• Active & Green
    • Cicloturismo

Tour del Parco della Valletta

Itinerario che attraversa le zone agricole della provincia di Lecco a ridosso del confine con la provincia di Milano.

Questo itinerario inizia dal parcheggio nei pressi del centro giovanile “Paolo VI” a Barzanò.

Si inforca la bicicletta in direzione Dagò. Dopo poche centinaia di metri, in corrispondenza di una curva, si lascia la strada principale per imboccare, sulla sinistra, una stradina asfaltata che presto si trasforma in sentiero.

Attraversato l’abitato di Torrevilla (m 350), si prosegue diritto fino ad un bivio, dove prendiamo la strada in discesa sulla destra; dopo una trentina metri si svolta a sinistra. Questo tratto in discesa, che va verso il campo sportivo, oltrepassa Cascina Magritto mantenendo la sinistra e perviene ad un tratto asfaltato in salita che porta in Via Rossini. Svoltare a destra e percorrere la strada fino alla rotonda: altra svolta a destra e, dopo alcuni metri, ancora una svolta a destra.

Ora la strada diventa un sentiero in leggera discesa che raggiunge il Roccolo (m 332), passa a fianco della Cascina Rampina, attraversa Via Bocconi e  raggiunge Cascina Canova (m 343). Una volta aggirato il cascinale, il sentiero attraversa i campi e porta fino alla località Besanelle. Nei pressi di un grosso noce svoltare a destra e percorrere la strada bianca fino al suo termine, per poi proseguire dritto battendo la strada asfaltata nella sua totalità. Svoltare quindi a destra in discesa e imboccare la prima strada, sempre sulla destra (Via Tagliamento che dopo pochi metri diviene sterrata).

Giunti al primo bivio prendere la strada sterrata sulla sinistra, percorrerla per qualche centinaio di metri fino ad arrivare ad una sbarra sulla propria destra che impedisce l’accesso al campo ai mezzi a motore. Svoltare a destra e seguire la traccia fino a raggiungere la Cascina Calegari (m 320) e quindi Via Bocconi.

Attraversata la strada, proseguire dritto fino a raggiungere la località Mottione (m 325),
dove si svolta a sinistra. Dopo aver superato la rotonda nei pressi della Madonnina, svoltare a destra in un sentiero che raggiunge la località Villanova (m 346). Girare a sinistra in direzione Dagò e, nei pressi di una curva destrorsa, prendere il sentiero sulla sinistra che porta a Prebone (m 321); proseguire dritto, senza passare sotto il portico, imboccando il sentiero che porta ad una piana in mezzo ai campi.

Giunti ad un bivio tenere la sinistra, fino ad attraversare un caratteristico bosco di ontani, finito il quale si svolta prima a sinistra e poi subito dopo a destra percorrendo la sterrata che porta fino alla Cascina Bonacina (m 313). La strada, asfaltata ed in salita, conduce ad un incrocio dove si prosegue diritto attraversando i vicoli di Oriano. Seguire per la località Zizzanorre e, attraverso un sentiero, raggiungere la località Torricella. All’uscita del sentiero prendere il vicolo sulla sinistra e, giunti alla rotonda, svoltare nuovamente a sinistra in direzione Cremella, fino ad incrociare la SP 48.

Passando vicino al campo sportivo, attraversare la provinciale e svoltare a sinistra alla prima deviazione. Al bivio successivo girare nuovamente a sinistra,  attraversare un ponticello e, dopo poche decine di metri, imboccare il sentiero sulla destra che sale al Roccolo Lietti (m 370). Seguire prima la traccia in discesa sulla destra, poi quella sulla sinistra che porta nei pressi della Cascina Peltraio (m 370). Giunti a Verdegò svoltare a sinistra e, dopo pochi metri, di nuovo a sinistra per Via Pertini.

Dopo un breve tratto di discesa imboccare il sentiero sulla sinistra che si addentra nel bosco. Alcuni saliscendi ci conducono al sentiero, sulla destra, in direzione Morti dell’Avello. Giunti alla Chiesetta della Madonna del Carmine (m 380), aggirarla per prendere il sentiero che risale e raggiunge la Cascina di Montegregorio. Sorpassata quest’ultima, svoltare a destra e poi di nuovo destra dopo qualche centinaio di metri in direzione Cremella.

Una volta tornati su strada asfalta svoltare a sinistra. La strada sale alle spalle di Villa Sessa e, lasciandola a sinistra, inizia a scendere per i vicoli, fino a riprendere la SP 48. Svoltare quindi a destra e imboccare la strada di sinistra, subito dopo le scuole. Questa via diventa subito sterrata;  oltrepassato un tratto in discesa, girare a sinistra per il sentiero che porta a Torrevilla. Giunti di nuovo al bivio di Torrevilla, prendere la strada sulla destra che conduce ad un altro bivio, dove si mantiene la sinistra. Imboccare la prima strada sulla destra che in pochi minuti riporta al parcheggio di partenza.

Portami qui: Tour del Parco della Valletta

Dello stesso tema

Riqualificazione Ferrate Lecchesi Gamma

  • Active & Green
Riqualificazione Ferrate Lecchesi Gamma

Escursioni a Zelo Buon Persico

Un itinerario naturalistico tra i Canali e la natura del Lodigiano
  • Active & Green
Escursioni a Zelo Buon Persico

Giardini Sondrio

Nel cuore verde della Lombardia, per parchi e giardini un percorso tra migliaia di specie di piante
  • Active & Green
Giardini Sondrio, Lombardia da visitare

Passaporto #inLombardia

Dai un timbro alle tue vacanze in Lombardia. Richiedi #ilPassaporto e colleziona le tue esperienze.
  • Active & Green
Passaporto in Lombardia

Val Masino, cuore selvaggio delle Retiche

Attività all’aria aperta e relax nella piccola Yosemite d’Europa. Montagne e vallate dove la natura domina e l’uomo che la vive rispetta la sua bellezza
  • Active & Green
Val Masino, cuore selvaggio delle Retiche

Scopri Sporty!

L’ App di Regione Lombardia dedicata agli appassionati di sport e turismo di montagna
  • Active & Green
Escursionismo sulla neve a Bormio

Ponti di ferro, opere dell'uomo

I ponti di ferro, testimoni audaci del primo ’900 lombardo
  • Active & Green
Ponti di ferro, opere dell’uomo - in Lombardia

Palude Brabbia

Riserva Naturale Palude Brabbia: la più importante area umida della Lombardia.
  • Active & Green
L’area protetta della Palude Brabbia nel varesotto

Alla scoperta del Monte Lesima

Trekking in provincia di Pavia, scopriamo il Monte Lesima
  • Active & Green
Alla scoperta del Monte Lesima

Sentiero del Larice millenario

L’albero più vecchio della Lombardia può essere scoperto con un’escursione insolita fra i panorami mozzafiato della Valmalenco
  • Active & Green
Sentiero del Larice millenario

Alta Via della Valmalenco - 4 quarta tappa

Chiareggio (1612 m) - Rif. Longoni (2450 m) - A. Sasso nero (2304 m) - Rif. Lago Palù (1947 m)
  • Active & Green
Vista sul Lago Palù

Olimpiadi invernali 2026: le destinazioni in Lombardia

  • Active & Green
Olimpiadi invernali 2026: le destinazioni in Lombardia

Lecco in vetta al Resegone

Lecco, sospesa tra acqua e cielo, guarda sempre in alto.
  • Active & Green
Resegone

Ski pass provinciale under 16

Nel mese di ottobre sarà possibile presentare la domanda per il rilascio dello ski pass provinciale.
  • Active & Green
Ski pass provinciale under 16

Mini-tour della Bassa Comasca tra parchi e brughiere

  • Active & Green
 Mini-tour della Bassa Comasca tra parchi e brughiere

Inizia l'avventura alle Miniere Marzoli

Comune di Pezzaze (BS)
  • Active & Green
Inizia l'avventura alle Miniere Marzoli

Viaggio tra i 10 alberi più rappresentativi della Provincia di Monza e Brianza

Grandi alberi impreziosiscono gli indispensabili spazi verdi monzesi e brianzoli.
  • Active & Green
Viaggio tra i 10 alberi più rappresentativi della Provincia di Monza e Brianza

La strada del vino e dei sapori

  • Active & Green
La strada del vino e dei sapori

B-ICE & Heritage - Scopri di più

B-ICE&Heritage - oltrepassa i confini, reinterpretando in chiave attuale i rapporti che da sempre hanno unito la Valmalenco al Grigioni italiano.
  • Active & Green
B-ICE & Heritage - Scopri di più

Sesto Calende

Sesto Calende: tra storia e natura.
  • Active & Green
Sesto Calende: porta di accesso al Maggiore, lungo le sponde del Ticino