• Arte e Cultura

Milano e i suoi luoghi misteriosi

Streghe, demoni, simboli e leggende rendono Milano una città ricca di mistero

Milano, come altre città italiane, ha luoghi e particolari misteriosi di cui spesso se ne ignora la presenza. Sono sempre aspetti affascinanti e interessanti che approfondiscono la conoscenza di un luogo.

 

Sembra strano pensare ad una Milano…. un po' esoterica e invece anche qui ci sono luoghi misteriosi. 
Un tempo, in piazza Della Vetra venivano bruciate le streghe. Anche Alessandro Manzoni cita nei Promessi Sposi: “…arso in via della Vetra de’ cittadini...”.  A piazza delle Vetra è associato anche il macabro omicidio del 1913 di una prostituta di nome Rosetta e una filastrocca popolare recita: “Il tredici di agosto in una notte scura commisero un delitto. Gli agenti di questura hanno ammazzato un angelo di nome la Rosetta. Era di Piazza Vedra Battea la Colonnetta…”. 

Un mistero è legato anche al civico di via di Porta Romana 3 legato alla sfarzosa villa del marchese Ludovico Acerbi. Nel 1630, nonostante il brutto periodo che stava attraversando Milano a causa della peste, il marchese continuava ad ostentare il suo ricco tenore di vita e dalle finestre di casa sua si sentivano fino in strada risate, musica e grandi feste che avevano luogo mentre in strada, all’ingresso della residenza, giorno dopo giorno, si ammassavano i cadaveri. Nonostante la peste e le feste il marchese rimaneva sempre in buona salute e per questo si dice che fosse il discendente diretto del diavolo. Alcune persone, nonostante siano passati secoli, ricordano ancora questa leggenda: “Belzebù un tempo abitava a Milano. In corso di Porta Romana“.

Un’antica leggenda racconta come al di sotto del Duomo ci sia un prezioso tesoro nascosto in epoca medievale dai cavalieri templari. Tra i simboli esoterici racchiusi all’interno della cattedrale c’è un foro dal quale entra la luce del sole che genera una meridiana che indica i due solstizi d’estate e d’inverno e la posizione del sole durante l’intero anno. Altra curiosità: dove oggi si trova il Duomo, 2000 anni fa si racconta ci fosse un tempio celtico, un bosco di querce abitato da druidi.

Uno dei luoghi più misteriosi e tetri di Milano è l’ossario di San Bernardino costruito nel 1268 dalla Confraternita dei disciplini in via Carlo Giuseppe Merlo, 4, nel centro di Milano. Tutte le pareti sono decorate con ossa disposte in maniera fantasiosa e macabra mentre il soffitto è coperto di teschi i cui occhi puntano dall’alto i visitatori. E’ davvero un luogo particolare e suggestivo da visitare. Ancora oggi non si sa esattamente la provenienza di queste ossa e ci sono diverse ipotesi. Potrebbero essere i resti appartenenti ai cristiani uccisi dagli eretici prima del Mille, potrebbero essere le vittime della peste del 1630, altri ancora sostengono che si tratta delle esumazioni dal vecchio ospedale della zona, soppresso nel 1652.

Nella basilica di Sant’Ambrogio, nella parte davanti alla cattedrale di epoca romana, si trova una colonna conosciuta con il nome  “Colonna del Diavolo”. Ci sono due fori sulla colonna, stando a un’antica leggenda che rappresentano il risultato di un incontro tra Sant’Ambrogio e il demonio in persona. La tradizione dice che infilando le dita in questi fori si venga purificati da eventuali malocchi e maledizioni. 

Un particolare poco conosciuto presente a Milano è “Il cinghiale bianco”, che risale alla Mediolanum precristiana e preromana ma anche la dedizione dei celti a questo animale in quanto considerato portatore di energie positive.  Lo si può vedere su un capitello di palazzo della Ragione, in via dei Mercanti, nel cuore della città.

 

Esistono cose chiamate misteri. Ci sono cose di cui è proibito parlare. Ci sono cose che la gente non ricorda.
(Neil Gaiman)

 

(Ph Ig: @lisapoggi1)

Dello stesso tema

Varese da scoprire

Sulle tracce delle chiese scomparse
  • Arte e Cultura
Varese da scoprire

Le impronte di Mario Baciocchi a Milano

Un grande architetto....
  • Arte e Cultura
Le impronte di Mario Baciocchi a Milano

San Pietro a Gemonio

Questa chiesa è uno dei punti che rimangono più impressi nella memoria dei viaggiatori che percorrono la Varese-Laveno
  • Arte e Cultura
San Pietro a Gemonio e il museo Salvini a Cocquio Trevisago

Bergamo Città Alta

Atmosfera medievale sulla sommità di una collina
  • Arte e Cultura
Bergamo Città Alta

Milano non dimentica: la Casa della Memoria

Uno spazio pubblico dove si intrecciano attività culturali e di ricerca, occasioni di formazione e dibattito
  • Arte e Cultura
Casa della Memoria, Musei Milano

Il Museo del Violino

su Google Arts & Culture!
  • Arte e Cultura
Il Museo del Violino

Laboratori Scala Ansaldo

Un'ampia struttura suddivisa in padiglioni intitolati al regista Visconti, allo scenografo Benois e al costumista Sapelli
  • Arte e Cultura
Laboratori Atelier Ansaldo, Musei a Milano

10 motivi per visitare Como

Le mura medievali. Il Tempio Voltiano. Trekking in montagna. Mini-crociere sul lago. Ecco 10 buoni motivi per visitare Como
  • Arte e Cultura
10 motivi per visitare Como

Monza e Brianza: cultura e natura

Ville, parchi, palazzi e tante storie da raccontare, per un territorio che sa sorprendere
  • Arte e Cultura
Monza e Brianza: cultura e natura

Le Edicole Sacre di Monza

Devozione popolare in città
  • Arte e Cultura
Le Edicole Sacre di Monza

Turismo accessibile a Cremona

Suggerimenti di visita per persone con disabilità ed esigenze specifiche.
  • Arte e Cultura
Turismo accessibile a Cremona

Visite by night

A luglio e agosto scoprire by night la Città Murata in una suggestione di luci e fuochi
  • Arte e Cultura
Pizzighettone by night

Mantova e dintorni: le 10 località più visitate nel 2019

  • Arte e Cultura
Mantova e dintorni: le 10 località più visitate nel 2019

Valchiavenna, dove il tempo si è fermato

  • Arte e Cultura
Valchiavenna

La finestra sul fiume Po

Un angolo romantico sul Grande Fiume
  • Arte e Cultura
La finestra sul fiume Po

Una passeggiata per Lodi

Fondata dal Barbarossa, nei secoli si è arricchita di edifici di pregio che la rendono un polo artistico tra il Lambro e l’Adda
  • Arte e Cultura
Una passeggiata per Lodi

Musei del Lodigiano

Collezioni naturalistiche e scientifiche, musei e raccolte archeologiche e d’arte
  • Arte e Cultura
Musei del Lodigiano

Monumenti Mantova

I Gonzaga hanno reso Mantova un gioiello del Rinascimento italiano visibile nei suoi palazzi, monumenti, chiese, cultura e tradizioni
  • Arte e Cultura
Monumenti Mantova, Lombardia da visitare

Turismo scolastico

Cremona val bene una gita (anche scolastica)
  • Arte e Cultura
Turismo scolastico

Per armi e armature

  • Arte e Cultura
Per armi e armature - Museo Bagatta Valsecchi