• Arte e Cultura

Naso all’insù per le vie di Milano

Gironzoliamo per la città osservando targhe ed iscrizioni

Avete presente quando si dice: “non vedere oltre il proprio naso?" Ecco è proprio questo che faremo oggi, provare a girare per la città guardando oltre, con il naso all’insù.

 

Sì, perché agli angoli delle vie o sui palazzi non si trovano solo i nomi scelti per il viale, la piazza o la via che si sta percorrendo, con i relativi numeri civici… ma spesso vi sono targhe, insegne che ci ricordano di personaggi vissuti proprio lì o eventi accaduti in zona.

Chi non ha mai visto in qualche città o anche in paesini sperduti la targa che ci ricorda “qui dimorò Giuseppe Garibaldi”?… tanto che io da piccola mi domandavo se il mitico eroe dei 1000 avesse davvero fatto la storia o si fosse solo divertito a provare la comodità di innumerevoli giacigli… mi perdonerà l’eroe in giubba rossa.

Ma torniamo alla mia città, Milano. 
Se passeggiando lungo la pedonale arteria commerciale di Corso Vittorio Emanuele faremo attenzione più che alle vetrine alle targhe non potremo mancare di notare la statua di un antico romano, il Sciur Carera, personaggio che ci ricorda in latino che “deve essere privo di ogni vizio chi si appresta a criticare un altro”: la statua (Omm de preja, uomo di pietra) veniva utilizzata per affiggervi motti politici, satire o cartelli anonimi. Chissà cosa pensa oggi di quel via vai indifferente che gli passa davanti ogni giorno?

In Via Armorari, zona in epoca medioevale caratterizzata da botteghe di armaioli, troviamo una targa che ci ricorda di Ernest Hemingway a Milano: arruolato nella Croce Rossa americana, ferito ad una gamba, si innamora qui di un’infermiera che gli ispirerà la protagonista femminile di “Addio alle armi”.

In via Bigli una targa fa memoria del salotto culturale della Signora Clara Maffei, ma scopriremo anche la dimora ove abitava la famiglia di Albert Einstein nonché una delle case utilizzate dal comitato organizzatore di quelle che saranno “Le Cinque Giornate”.

In Piazza Pio XI, vicinissimo alla Pinacoteca Ambrosiana, una targa riporta il nome di tal Sciesa Amatore (erroneamente qui chiamato Antonio) famoso per la frase “Tiremm innanz” (tiriamo avanti), pronunciata mentre resisteva con dignità all’invasore austriaco!

Ma la targa più milanese è in Via S.Maria Podone e ci ricorda in milanese quanto il poeta Gaetano Crespi fosse “ambrosiano de coeur (cuore) e de carater”.

Questi solo alcuni esempi, si potrebbe davvero fare un tour delle targhe a Milano!


Testo a cura di ELENA MEVIO, guida abilitata ConfGuide-GITEC 

Se questo racconto ti è piaciuto, CLICCA QUI per scoprire le sue varie proposte d'itinerario.

Dello stesso tema

Le 14 cappelle del Sacro Monte di Varese

  • Arte e Cultura
Le 14 cappelle del Sacro Monte di Varese

Un gita a Lodi per scoprire cosa c’è dietro al latte che arriva sulle nostre tavole

  • Arte e Cultura
Un gita a Lodi per scoprire cosa c’è dietro al latte che arriva sulle nostre tavole

Teatro: chi è di scena in Lombardia

In Lombardia si torna a teatro in tutta sicurezza: ecco alcuni spettacoli e festival da non perdere
  • Arte e Cultura
Teatro: chi è di scena in Lombardia

Musei Como

Grande l'offerta museale a Como. Dalle prime comunità sul territorio ai musei tematici
  • Arte e Cultura
Musei Como, Lombardia da visitare

Palazzo d'Arco a Mantova

Vita quotidiana di una nobile famiglia tra Settecento e Ottocento
  • Arte e Cultura
Palazzo d'Arco - ph: Federica Bottoli

Immergiti online nell'arte in Lombardia

Visita online le bellezze architettoniche, le città, i monumenti, i musei, le mostre e i luoghi della cultura in Lombardia 
  • Arte e Cultura
Immergiti online nell’arte in Lombardia

10 motivi per visitare Pavia

Il Duomo, i musei, l’orto botanico, l’università. I borghi dell’Oltrepò. Ecco 10 buoni motivi per visitare Pavia
  • Arte e Cultura
10 motivi per visitare Pavia

Sulle orme di Napoleone e della Campagna d'Italia

  • Arte e Cultura
Sulle orme di Napoleone - La battaglia di Castiglione

Online i modelli di Stradivari dell’MdV

Su Google Arts & Culture!
  • Arte e Cultura
Online i modelli di Stradivari dell’MdV

Cosa fare nei dintorni di Mantova

Alla scoperta delle meraviglie intorno a Mantova
  • Arte e Cultura
Cosa fare a Mantova

Como a piedi, in battello

Una passeggiata a Como tra lago, dimore neoclassiche, una statua del Canova e un Grand Tour in battello
  • Arte e Cultura
Como a piedi, in battello

Musei del Lodigiano

Collezioni naturalistiche e scientifiche, musei e raccolte archeologiche e d’arte
  • Arte e Cultura
Musei del Lodigiano

Itinerario rinascimentale-barocco nel Lodigiano

Scopri il rinascimento e il barocco nel territorio lodigiano
  • Arte e Cultura
Itinerario rinascimentale-barocco nel Lodigiano

Alla scoperta della sponda varesina del Lago di Lugano

  • Arte e Cultura
Alla scoperta della sponda varesina del Lago di Lugano (Ph ig: @elego1935)

7 castelli in Lombardia da visitare una volta nella vita

Dal Lago di Garda alla Valtellina, passando da Milano. Tra mura merlate, torrioni e logge porticate
  • Arte e Cultura
Castello Sforzesco a Milano

L'adorazione dei magi nell'arte

I capolavori che dovete assolutamente vedere nella vostra visita natalizia a Varese
  • Arte e Cultura
L'adorazione dei magi nell'arte

Bergamo Cult City

Bergamo vi stupirà con la ricchezza del suo patrimonio artistico e culturale
  • Arte e Cultura
La cultura a Bergamo è di casa!

Lodi, invito a corte

Scene di vita a corte nel maestoso Castello di Sant’Angelo Lodigiano che domina la pianura, forte di un passato senza eguali
  • Arte e Cultura
@inlombardia

Erminio Dioli

La natura è un libro sempre aperto a tutti senza nessun costo, basta saperla osservare e leggere e la troverete al di sopra di qualsiasi libro d’autore
  • Arte e Cultura
Erminio Dioli

Itinerario Mincio e Po

Un piacevole itinerario per scoprire le ricchezze naturalistiche ed architettoniche di questo lembo di Lombardia.
  • Arte e Cultura
Mincio Mantova