• Active & Green

Natura maestra nella Bassa del Po

La Bassa del Po di Lombardia è una delle quattro aree turistiche in cui è suddivisa la regione.

 

Qui, la natura del settentrione esprime tutto il suo fascino, in ogni stagione: le nebbie autunnali lasciano il passo alle nevi d’inverno, che proteggono la terra fino al sorgere del sole primaverile, quando la vita esplode nell’estate cocente. In queste terre generose di natura e cultura - la Lomellina, il Pavese e il suo Oltrepò, il Lodigiano, il Cremonese e il Mantovano - sono moltissime le aziende agricole che hanno integrato le attività di coltivazione e allevamento con progetti diretti a piccoli e grandi che vogliono conoscere i segreti della terra: nascono così le fattorie didattiche della Lombardia.

 

Fattorie didattiche: cosa sono e cosa insegnano
Sono molte le aziende che, proseguendo la loro principale attività agricola, si sono impegnate per far conoscere al pubblico, soprattutto a bambini e ragazzi, la natura e i suoi prodotti, il ciclo degli alimenti ricavati da vegetali e animali, il lavoro dell'agricoltore. Un mestiere che, oggi più che mai, può trasmettere valori importanti come il rispetto dell’ambiente, la tutela delle risorse e del consumo consapevole, l’amore per gli animali. Una vera e propria proposta educativa, quindi, che prevede il coinvolgimento concreto di gruppi di scolari e studenti, ma anche di chiunque ami la natura, l’artigianato, la cucina e voglia trascorrere un weekend o una vacanza diversa.

 

Un progetto della Regione Lombardia
In Lombardia più di 200 fattorie hanno sottoscritto e condiviso i requisiti della Carta della Qualità, approvata dalla Giunta Regionale nel 2017 e fanno oggi parte delle fattorie didattiche accreditate dalla Regione Lombardia: ecco l’elenco aggiornato a giugno 2020 e la guida “Fattorie didattiche della Lombardia”. Tante altre informazioni possono essere recuperate anche sui siti: Agriturismi della Lombardia e Buona Lombardia.

 

Imparare dalla natura nella Bassa Lombarda
La Bassa Pianura Lombarda è territorio d’elezione per scoprire l’ambiente rurale, l’origine degli alimenti e le tecniche di lavorazione dei tanti prodotti tipici della campagna sperimentando la vera vita contadina. Partendo da Ovest, nelle provincie di Pavia, Lodi, Cremona, fino a raggiungere Mantova, si alternano i territori piani che si estendono lungo il corso del Po sino al confine con l’Emilia Romagna, le colline morbide dell’Oltrepò Pavese sulla riva destra del grande fiume, le pianure infinite del Lodigiano, le valli percorse dai fiumi.  Oltre al Po, infatti su queste terre ricche d’acque scorrono l’Agogna, il Ticino, l’Olona, il Lambro, l’Adda, l’Oglio, il Mincio, il Secchia e il Tione. Siamo nella zona agricola più fertile della Lombardia. 

 

Dalle risaie della Lomellina alle cantine dell’Oltrepò
In Lomellina, terra di risaie, le attività proposte dalle fattorie didattiche - molte in pieno Parco del Ticino - riguardano spesso la scoperta della coltivazione del riso e dei cereali: cicli colturali, varietà, aspetti storici e botanici, trasformazione in farine e poi produzione di pane e dolci, da cucinare con latte e burro prodotti dagli animali allevati in corte e poi gustare con i formaggi e con la frutta coltivata in loco. Poco lontano, nell’Oltrepò Pavese, nelle molte aziende vitivinicole che operano come cantine didattiche si può vendemmiare, pigiare l’uva, imparare le antiche tradizioni e i segreti del prezioso nettare.

 

A scuola nelle stalle e nelle corti del Lodigiano
Il territorio di Lodi, situato tra Po, Lambro e Adda è caratterizzato da un buono sviluppo industriale e da aziende agricole specializzate soprattutto in attività zootecniche. Molte sono collegate agli istituti agrari locali. Qui vengono allevati animali da fattoria, bovini e suini e prodotti latte, formaggi, carni… Cosa imparare? Come funzionano le stalle moderne, tutto sulle razze e l’alimentazione degli animali, la cura di quelli di corte, le tecniche della produzione del latte e dei formaggi freschi e stagionati. 

Tra le api e i bambù, nel Cremonese
Nel Cremonese, l’attenzione alla natura, alla biodiversità, alle coltivazioni biodinamiche è molto viva. Nel Parco Oglio Sud e nel Parco dell’Adda, alcune fattorie didattiche allevano api e producono miele e cera. Qui è possibile imparare tutto sulle api e la vita nelle arnie, ma anche scoprire la magia del produttivo baco da seta. Fiorente in zona anche la coltivazione di piante ad alto fusto, pioppi e frassini e persino bambù. A ridosso dell’Adda, si trova la più grande collezione italiana di bambù: oltre 140 tra specie e varietà!

Fattorie del Mantovano: una tradizione storica
Nella provincia di Mantova, la rete delle fattorie didattiche ha una storia di oltre 20 anni e rappresenta una delle prime esperienze italiane in questo ambito. Pensate che la guida alle proposte didattiche e culturali locali per scuole e famiglie è giunta alla 24° edizione (2019-2020). Tra fattorie, corti, cascine, agriturismi e aziende agricole c’è l’imbarazzo della scelta, unico è invece l’obiettivo: riscoprire la manualità, la relazione con l’ambiente e la vita di campagna. Le attività proposte? Visite ai mercati e ai musei contadini, esperienze di caseificazione, coltivazione delle piante, studio delle erbe medicinali, cura degli animali, cucina nostrana ed educazione alimentare al gusto… da mettere subito alla prova, seduti a tavola, per concludere degnamente una gita in fattoria che si rispetti!

-

PH COPERTINA: VIVIBAMBU.COM

Dello stesso tema

Nasce "Beega"

Primo progetto di cicloturismo cremonese
  • Active & Green
Nasce

Ciaspolare in Valmalenco

Alpe Oro - Alpe Entova - Alpe Palù - Alpe Musella - Alpe Prabello - Lago di Chiesa
  • Active & Green
Ciaspolare presso l'Alpe Campagneda

Pic nic in Lombardia

8 mete facili per un pic nic in Lombardia. Sulle spiaggette dei nostri laghi, al fresco dei boschi, in compagnia dei dinosauri!
  • Active & Green
panorama sondrio

Le salite dei campioni: la Valfurva

Lo spettacolo dei ghiacciai lungo il giro del Confinale e le grandi salite del ciclismo fanno di questa montagna una meta per camminatori e amanti della bici
  • Active & Green
Le salite dei campioni: la Valfurva

Bergamo Valle di Scalve, tra natura e tranquillità

  • Active & Green
Bergamo Valle di Scalve, tra natura e tranquillità

Il Triangolo Lariano: i Corni di Canzo

Montagne sorprendenti per chi ama l’outdoor, dalle pareti per arrampicatori ai massi erratici per i boulders fino ai trekking in quota con vista lago
  • Active & Green
Il Triangolo Lariano: I Corni di Canzo

Gera d'Adda: leggende che scorrono tra Adda e Milano

Tra il fiume Adda e la Martesana i luoghi raccontano la storia e l’operosità della Lombardia
  • Active & Green
Gera d'Adda: leggende che scorrono tra Adda e Milano

Alta via della Valmalenco - 1 Prima tappa

Torre Santa Maria (frazione Ciappanico) - Alpe Piasci - Rif. Cometti (1720 m) - Arcoglio sup (2123 m) - Cima Bianca (2490 m) - Rif. Bosio (2086 m)
  • Active & Green
Alta via della Valmalenco - 1 Prima tappa

Settimana Europea della mobilità

Incontro pubblico
  • Active & Green
Settimana Europea della mobilità

Alta via della Valmalenco - 2 seconda tappa

Rif Bosio (2086 m) - A Mastabbia (2077 m) - A Giumellino (1756 m) - Laghetti Sassersa (2369 m) - Passo Ventina (2675 m) Alpe Ventina (1960 m)
  • Active & Green
Laghi Sassersa

Sentiero del Larice millenario

L’albero più vecchio delle Alpi è in Lombardia? Scopriamolo con un’escursione insolita fra i panorami mozzafiato della Valmalenco
  • Active & Green
Sentiero del Larice millenario

Cremona: una città sorprendente!

Crociere fluviali, un modo straordinario di scoprire Cremona
  • Active & Green
Cremona: una città sorprendente!

Itinerario: Ville Storiche e Groane

Un itinerario cicloturistico, adatto a tutti, per conoscere e valorizzare i paesaggi del territorio ad ovest di Milano.
  • Active & Green
Itinerario: Ville Storiche e Groane

Oasi di Montorfano

Ecco un bosco rinato grazie al WWF: l'Oasi di Montorfano, nel Comune di Melegnano.
  • Active & Green
Oasi di Montorfano

Sentiero dei ricordi e delle fatiche

Così è stato "battezzato" in ricordo dei castionesi delle generazioni passate che quotidianamente percorrevano questo sentiero, quasi sempre con la gerla o il "campacc" carichi, che collegava le frazioni alte del paese con i terreni del fondovalle per lo svolgimento dei lavori agricoli.
  • Active & Green
Sentiero dei ricordi e delle fatiche

Alta via della Valmalenco - 3 terza tappa

Alpe Ventina (1960 m) - Forbicina (1656 m) - Val Sissone - Rif. Del Grande (2600 m) - Chiareggio (1612 m)
  • Active & Green
Salita in Val Sissone

A35: Le cicogne nella bassa bergamasca

Tornano le cicogne dopo 100 anni nella bassa bergamasca
  • Active & Green
Tour in A35: le cicogne nella bassa bergamasca

Running, che passione

Cremona la piana, così amata dai runner
  • Active & Green
Running, che passione

A pesca in Lombardia

Carpe, salmerini, trote. Pesce di fiume e di lago. Qualche consiglio su dove andare a pesca in Lombardia. Dal pavese al comasco
  • Active & Green
A pesca in Lombardia

Tra parchi, boschi e brughiere, mini tour nella bassa comasca

  • Active & Green
Parco Appiano Gentile