• Lifestyle
    • Arte e Cultura

Le fontane, specchi d’acqua delle città lombarde

Fontane monumentali, storiche, celebrative, fontanelle: piazze, vie e parchi delle città della Lombardia sono abbelliti da testimonianze artistiche di ogni epoca, simboli dell’abbondanza d’acqua della nostra regione e del suo amore per l’arte.

 

Strutture funzionali antiche collegate agli acquedotti cittadini, opere firmate da scultori di fama, architetture ideate da progettisti di talento o umili dispensatrici di acqua potabile, le fontane lombarde si fanno ammirare come sculture, regalano giochi d’acqua e refrigerio, dissetano i passanti gratuitamente.

 

Le fontane: qualche cenno su storia e tecnologie
Indispensabili punti di accesso all’acqua, fin dall’età ellenistica le fontane associano scopi pratici e ornamentali. Apprezzate nella Roma antica, ma sostituite nel Medioevo dai pozzi per la distruzione degli acquedotti, rifiorirono in epoca barocca e rinascimentale. Fino a fine ‘800 funzionavano attraverso la gravità o meccanismi idraulici che le alimentavano con l’acqua dei fiumi, ma nel ‘900 l’energia elettrica rese possibile trasportare i flussi d’acqua sotterranei, spingendoli in superficie con poderosi getti d’acqua. Oggi, evitando sprechi, le fontane funzionano a circolo chiuso: l’acqua viene filtrata e recuperata con pompe idrauliche. Ecco la mappa delle fontane italiane. Scopriamo ora alcune delle più belle fontane della Lombardia.

 

Brescia, città dalle mille fontane
Brescia, “città dalle 1000 fontane” ne contava nel 1869 ben 2018 (78 pubbliche e 1940 private), alimentate dagli acquedotti di Villa Cogozzo e di Mompiano. Tra le più antiche, la maestosa fontana della Pallata (1569), fu progettata dal Bagnatore e completata con le sculture di Carra e Bonesini. Le due statue inferiori rappresentano le divinità dei fiumi Mella e Garza.  Risalgono invece al ‘700 la fontana del Broletto, con vasca a calice in marmo Botticino e la quadrilobata fontana di Piazza Vescovado. Al centro di Piazza del Mercato troviamo la fontana di Luigi Donegani (1822) con l’efebo e il delfino scolpiti da Giovanni Antonio Labus.

Le fontane: monumenti “danzanti” di Milano
A Milano, le fontane pubbliche sono più di 70: ecco la mappa e il sito dedicato. Iniziamo con la preziosa fontana neoclassica di Piazza Fontana del Piermarini con vasche in granito rosa e le Teodolinde, sirene a cavallo di un drago marmoreo. Cambiamo epoca per ammirare i giochi d’acqua della fontana delle Quattro Stagioni, in Piazza Giulio Cesare. Datata 1927, mantiene il proprio fascino anche sullo scenario contemporaneo di City Life. In Piazza Castello, davanti allo Sforzesco, c’è la “turta di spus”, fontana a vasche degradanti larga 40 m che ricorda il dolce nuziale. Costruita dall’AEM nel 1936 e rimossa negli anni ’60 per costruire la metropolitana è tornata alla luce nel 2000. In Triennale ci aspetta il magico spettacolo di nuotatori, animali e oggetti colorati immersi nei Bagni Misteriosi, disegnati da Giorgio De Chirico (1973).  Infine, le tre fontane circolari a sfioro di Piazza Gae Aulenti, a Porta Nuova: un tripudio di getti, luci e musica molto apprezzato da chi cerca refrigerio dal caldo.

 

Fontanelle: dissetarsi con l’acqua del Comune 
Diffusissime in tutta la Lombardia tanto da meritarsi un sito, mappe e persino una App, le fontanelle, nella sola Milano, sono 754! I draghi verdi (per la forma della bocca e il colore) o vedovelle (per il flusso continuo che ricorda il pianto inconsolabile di una sposa), alti 1,50 cm sono targati con lo stemma del Comune.  La prima, di inizi ‘900 in bronzo dorato, è in piazza della Scala ed è opera dell’architetto Luca Beltrami. 

 

Bergamo, dalle fonti alla città
Ad accoglierci in città alta a Bergamo è la fontana Contarini con sfingi, leoni e vasca ottagonale in marmo Zandobbio. Ma nella rocca, le fontane servivano soprattutto a rifornirla dall’acquedotto romano: ecco quindi l’antica fontana del Lantro (X sec.) con la magnifica volta convergente in un’unica colonna immersa nel grande bacino d’acqua (400 m3) e la fontana Antescolis, antico lavatoio duecentesco. 

 

A Como, tra tradizione e modernità
Davanti alla neoclassica Villa Olmo (XVIII sec.) la scenografica fontana voluta dai duchi Visconti di Modrone, scolpita da Gerolamo Oldofredi, è animata da putti che lottano con un serpente marino. Agli antipodi del classicismo è la monumentale fontana di Camerlata (CO), realizzata da Cesare Cattaneo e Mario Radice nel 1936 e ricostruita nel 1960. Secondo gli autori “un’opera di decorazione pura, esaltazione di belle forme ottenute con geometrica perfezione”.

Foto Visore: fontana Contarini, visitbergamo.net

Dello stesso tema

Pavia in estate

Tra una gita in battello lungo il Ticino e passeggiate al fresco nelle oasi e parchi in città
  • Lifestyle
Gita al Giardino botanico alpino di Pietra Corva

7 cose da fare a Natale in Lombardia

  • Lifestyle
7 cose da fare a Natale in Lombardia

Al Monza Eni Circuit con i bambini

All’Autodromo di Monza scopri le attività ludico-educativo per bimbi e ragazzi.
  • Lifestyle
Laboratorio stradale autodromo Monza

Itinerario Bergamo

Alta e Bassa, la città che sa coniugare gli opposti, saprà soddisfare i vostri gusti
  • Lifestyle
Bergamo Alta e Bassa in giornata

Da Bergamo al Lago d'Iseo

72 ore per scoprire Bergamo Alta e Lago di Iseo, tra cultura, bici e assaggi golosi
  • Lifestyle
Da Bergamo al Lago d'Iseo

I Film del Lago di Como

Quando Hollywood arriva sul Lago di Como e si innamora dei panorami
  • Lifestyle
villa balbianello star wars

In auto in Lombardia

Suggerimenti e itinerari per conoscere la regione percorrendola in auto
  • Lifestyle
In auto in Lombardia

Il Parco Sempione e la Dama Velata

  • Lifestyle
Il Parco Sempione e la Dama Velata

Negozi storici e Liberty a Milano

Un itinerario per negozi storici ospitati dagli edifici Liberty milanesi
  • Lifestyle
Negozi storici e Liberty a Milano - Palazzo Castiglioni

Caffè e pasticcerie storiche di Milano

  • Lifestyle
Caffè e pasticcerie storiche di Milano

Brescia non solo shopping

Le vie delle grandi firme. Il mercatino dell’antiquariato. La piazza per l’aperitivo. Scegli come vivere il tuo tempo libero a Brescia.
  • Lifestyle
Brescia non solo shopping

Tour VIP al Monza ENI Circuit

Scopri tutte le emozioni dell’Autodromo di Monza con una visita super esclusiva.
  • Lifestyle
Tour Vip Autodromo di Monza

Lombardia retrò, a spasso su un auto d'epoca

Aggiungete ad un'auto d'epoca un paesaggio da togliere il fiato e la vostra gita romantica è servita
  • Lifestyle
Lombardia retrò, a spasso su un auto d'epoca

Lodi in un weekend

Cielo, natura e relax. Scopri Lodi e dintorni in 48 ore. Tra il segno di Renzo Piano e i gioielli d'arte del centro storico
  • Lifestyle
Lodi in un weekend

Il Grande Autunno a Bergamo

Da settembre, la città è più viva che mai!
  • Lifestyle
Bergamo

Corso Como

Dove nascono nuove tendenze e si anima la Milano notturna
  • Lifestyle
Corso Como

Itinerario Mantova e Sabbioneta

Lasciate a casa la fretta e prendetevi del tempo per passeggiare tra le vie e i palazzi delle città Patrimonio dell'umanità
  • Lifestyle
Itinerario di 3 giorni, fra Mantova e Sabbioneta

Mercatino di Brera: le domeniche dell'antiquariato a Milano

Là dove un tempo c'erano campi oggi c'è un vivace quartiere d'arte e d'antichità
  • Lifestyle
Mercatino di Brera: le domeniche dell'antiquariato a Milano

Quartiere Brera

Il cuore artistico e l'anima boheme della città
  • Lifestyle
Quartiere Brera

Simulazione di guida al Monza ENI Circuit

Sfreccia a 300 km orari sul tracciato dell'Autodromo Nazionale di Monza.
  • Lifestyle
Simulazione di guida al Monza ENI Circuit