• Active & Green
    • Arte e Cultura
    • Lifestyle

Il Sentiero dei Celti e dei Liguri

Il primo cammino da Milano al mare: una nuova alleanza tra città e montagna

Un affascinante cammino che collega Milano al mare sarà aperto a tutti da fine maggio 2023.

Città di partenza Milano, con arrivo Sestri Levante, in Liguria. In tutto 10 tappe, per un totale di 222 chilometri. Queste le caratteristiche principali del Sentiero dei Celti e dei Liguri, il nuovo cammino che attraversa ben tre regioni: Lombardia, Emilia-Romagna e Liguria.

Dopo alcuni anni di lavoro preparatorio, da qualche mese è iniziata la segnatura ufficiale e da fine maggio 2023 sarà finalmente possibile percorrere il Sentiero dei Celti e dei Liguri in autonomia. Il 21 maggio si svolgerà la cerimonia di inaugurazione e verranno rese disponibili le attesissime tracce GPX

Il progetto ha il patrocinio del Consorzio Alte Valli, di AIGAE (Associazione Italiana Guide Ambientali ed Escursionistiche) e di gran parte dei comuni attraversati dal percorso, mentre nasce da un’idea di Emanuele Mazzadi, guida, architetto e progettista di percorsi escursionistici: “I camminatori potranno partire da Piazza Duomo in autonomia e gradualmente arriveranno nella natura selvaggia dell’Appennino e infine al Mar Ligure: un vero e proprio viaggio iniziatico!”. Secondo l’ultimo rapporto di Terre di Mezzo, il 34% dei camminatori italiani viene dalla Lombardia; se a questi aggiungiamo Emilia-Romagna, Liguria, Emilia e Toscana, regioni che gravitano attorno a questo itinerario, la percentuale sale a ben il 64% e Milano è un punto di inizio facilmente raggiungibile con mezzi in modo sostenibile. 

Per quanto riguarda la parte lombarda del percorso, la partenza avviene nel cuore della città: dal Duomo passando per la Darsena, l’antico porto dei navigli milanesi. Da qui si segue il Naviglio Pavese, con le chiuse progettate da Leonardo da Vinci. La via d’acqua, affiancata dalla pista ciclabile, conduce alla Certosa e quindi al centro storico di Pavia, splendida città d’arte, già capitale del regno Longobardo in Italia.

Qui l’itinerario incrocia, per un breve tratto, la Via Francigena. Pavia è anche partenza della Via degli Abati, e per alcuni tratti l’itinerario segue tale direttrice. Usciti da Pavia, l’itinerario costeggia il Ticino e quindi il Po, su sentieri e carraie a fianco di pioppeti e campi coltivati, lontano dal traffico e dall’asfalto. Il percorso supera il Po ed entra quindi nell’Oltrepò Pavese, con un saliscendi tra le colline dei vigneti e piccoli borghi, fino a giungere in territorio piacentino e sugli Appennini. Attraversando la Val Trebbia e Bobbio, prosegue quindi fino a Sestri Levante ed al Mar Ligure.

Il primo test dell’intero percorso si è svolto tra maggio e giugno del 2021. Nel 2022 il progetto ha vinto un importante bando della Fondazione Cariparma che ha consentito di avviare i lavori di segnatura e l’organizzazione di eventi preparatori nel territorio parmense. 

A gennaio 2023 sono quindi iniziate le attività di segnatura ufficiale sul terreno. ll cammino è tracciato in modo uniforme in tutta la sua lunghezza, con i colori bianco e rosso tipici della segnaletica CAI e si integra con la rete sentieristica preesistente. In più, sono stati installati adesivi e placchette azzurre con il logo del Sentiero dei Celti e dei Liguri, per facilitare la riconoscibilità del percorso da parte degli escursionisti. Sono stati organizzati inoltre dei “Laboratori di Cura del Territorio”, in cui gli escursionisti sono stati coinvolti nel recupero di manufatti storici come muretti a secco, ponti in pietra, antiche fontane: un nuovo modo di coinvolgere le persone al servizio del territorio, l’escursionista come custode del percorso. 

Il percorso si snoda, tappa dopo tappa, lungo le varie forme che l’acqua può assumere: i navigli di Milano, il parco e riserva Mab-Unesco del fiume Ticino (partner di progetto), il "grande fiume" Po (Autorità Distrettuale del Fiume Po partner di progetto), i fiumi dell'Appennino Tidone, Trebbia, Aveto, le sorgenti del "monte sacro" Penna, le cascate delle gole più impervie, i torrenti carsici della Val Graveglia, e infine il Mar Ligure.

Come detto, il percorso per intero è lungo 222 chilometri divisi in 10 tappe e prevede sia tratti di pianura, sia di collina o montagna. È quindi adatto a tutte le età e a tutti i livelli di esperienza dell’escursionista, dal più competente a chi si avvicina per la prima volta al mondo dell’outdoor.

Vi aggiorneremo col tracciato GPX dal 21 maggio in poi, quando sarà tutto pronto per il nuovo grande cammino a tappe da percorrere nell’estate 2023!


Per maggiori informazioni: 
sentierideicelti.it
info@sentierodeicelti.it
Facebook

Dello stesso tema

La Valsassina e le Grigne

Dalle escursioni in giornata adatte a tutti, alle arrampicate sulle pareti verticali delle Grigne, fino agli splendidi trekking che portano ai rifugi
  • Active & Green
La Valsassina e le Grigne

Fly Fishing in Lombardia

  • Active & Green
Fly Fishing in Lombardia

Visita in Val Gerola

  • Active & Green
Val Gerola

Tra parchi, boschi e brughiere, mini tour nella bassa comasca

  • Active & Green
Parco Appiano Gentile

Greenway del Lario

Alla scoperta di paesaggi inaspettati sul Lago di Como
  • Active & Green
Greenway del Lario

Mini-tour della Bassa Comasca tra parchi e brughiere

  • Active & Green
 Mini-tour della Bassa Comasca tra parchi e brughiere

Parco delle Noci

Il Parco delle Noci, sito a Melegnano, è una delle prime Oasi Urbane realizzate in Italia.
  • Active & Green
Parco delle Noci

Giardini Pavia

Non solo città: una passeggiata tra giardini botanici e oasi naturalistiche per una pausa green
  • Active & Green
Giardini Pavia, Lombardia da visitare

Quattro luoghi curiosi che incantano in Lombardia

Sorprenditi con luoghi autentici e singolari immersi in panorami da favola
  • Active & Green
Adobe stock Gaudi Grosio

Viaggio tra i 10 alberi più rappresentativi della Provincia di Monza e Brianza

Grandi alberi impreziosiscono gli indispensabili spazi verdi monzesi e brianzoli.
  • Active & Green
Viaggio tra i 10 alberi più rappresentativi della Provincia di Monza e Brianza

Torbiere del Bassone di Albate

L'Oasi Torbiere del Bassone di Albate racchiude in pochi ettari una ricchezza estrema di habitat molto diversi fra loro.
  • Active & Green
Torbiere del Bassone di Albate

Foppe di Trezzo

Gita fuori porta nei dintorni di Trezzo d'Adda per scoprire un'oasi WWF piccola ma molto suggestiva.
  • Active & Green
Foppe di Trezzo

La raccolta delle castagne

Fra boschi, colline, punti panoramici e giochi di luce, alla ricerca del più iconico e saporito dei frutti dell’autunno
  • Active & Green
La raccolta delle castagne - Parco Regionale del Campo dei Fiori (VA)

L'Oasi della Bruschera

Sulla sponda del Lago Maggiore, un piccolo paradiso, luogo di passaggio e nidificazione di varie specie di uccelli.
  • Active & Green
Visita all’Oasi della Bruschera e i canneti del Lago Maggiore

La strada del vino e dei sapori

  • Active & Green
La strada del vino e dei sapori

Il sentiero di Leonardo

Un percorso a piedi di 540 Km sui luoghi leonardeschi
  • Active & Green
Il sentiero di Leonardo

L’indimenticabile esperienza di una vacanza in rifugio

Rifugi in Lombardia: alla scoperta dei segreti della montagna
  • Active & Green
L’indimenticabile esperienza di una vacanza in rifugio

Sentiero tematico - La civiltà della pietra ollare

Breve percorso ad anello che consente di visitare gli antichi luoghi di estrazione e di lavorazione della celebre Pietra Ollare del Pirlo
  • Active & Green
Sentiero tematico - La civiltà della pietra ollare

Autodromo Nazionale Monza

Il Tempio della Velocità: una leggenda per gli appassionati di motorsport.
  • Active & Green
Autodromo Nazionale Monza

Train&Bike Valtellina

Scopri la Valtellina con l'offerta Train&Bike!
  • Active & Green
Train&Bike Valtellina