• Arte e Cultura
    • Borghi
    • Turismo religioso

Clusone, gemma della Val Seriana

Incantevole borgo di alta valle, Clusone è caratteristica per case e chiese dipinte e inaspettate opere d’arte e ingegneria

Clusone è un gioiello incastonato nellaltopiano della media Val Seriana (BG), lungo la strada che conduce al passo della Presolana. Ciò che più incanta il visitatore è il borgo antico, tra negozi storici e moderni e palazzi seicenteschi, di cui alcuni ancora corredati di eleganti decorazioni.

 

Iniziamo proprio da qui la nostra passeggiata. La centrale piazza dell’Orologio deve il suo nome allo stupefacente orologio planetario Fanzago che sovrasta la torre del Palazzo Comunale. 
Pietro Fanzago, discendente di una famiglia di ingegneri e fonditori di metalli, creò nel 1580 questa splendida opera di ingegneria, che non solo segnala l’ora, ma anche le fasi lunari, la durata della notte e il segno zodiacale corrente. Curiosamente, l’orologio divide la giornata in ventiquattro ore, invece che le canoniche dodici, e, soprattutto, le sue lancette girano in senso… antiorario!

Il Palazzo Comunale, costruito nel Quattrocento sulle vestigia di un più antico castello, presenta sulla facciata diversi stemmi dei Podestà e delle famiglie che dominarono la Valle nel corso del XV secolo, quando la bergamasca passò dal dominio milanese dei Visconti alla Serenissima. 
Tra il 1408 e il 1419 signore fu Pandolfo III Malatesta. A questi anni risale l’affresco raffigurante la Madonna in trono con Bambino, affiancata dai santi Sigismondo, particolarmente caro a Pandolfo, e Cristoforo, protettore di viandanti e pellegrini, come quelli che percorrevano la valle. Opera di gusto tardogotico e cortese, come dimostrano il trono della Vergine e il raffinato abito di Sigismondo. 
Tra i blasoni, un gattopardo rampante, arma della Valle Seriana Superiore.

Saliamo ancora e raggiungiamo la scenografica scalinata che ci porta alla basilica di Santa Maria Assunta della fine del XVII secolo, e all’impressionante Oratorio dei Disciplini.
Qui, su commissione della confraternita dei Disciplini, sulla parete esterna della chiesa il pittore locale Giacomo Busca raffigurò nel 1485 due spettacolari scene, la Danza Macabra e il Trionfo della Morte
Scheletro con corona e mantello, la Morte è affiancata da due aiutanti, armati di arco e frecce e di un moderno schioppetto. A nulla servono le offerte generose che re, papi e cardinali le porgono: la morte colpisce tutti, senza distinzione.
I membri della confraternita facevano parte della società civile laica di Clusone, uomini attivi e laboriosi,  rappresentati coi loro attrezzi da lavoro nella Danza macabra. Chi aderisce alla dura regola della Disciplina, ha la garanzia della vita eterna, perciò i protagonisti della Danza affrontano con serenità il loro destino, danzando alla maniera dell’epoca, tenendosi per mano e per il dito indice, accompagnati da scheletri. Tra di loro, un Disciplino vestito con saio e cappuccio bianco dell’ordine. 
L’unica donna presente, relegata in un angolo, si guarda allo specchio, ma vede lo scheletro dietro di lei: è simbolo della Vanità, caduca come la bellezza e i piaceri terreni.
All’interno della chiesa, non perdetevi la straordinaria Crocefissione le Storie di Cristo dipinte dallo stesso Busca, oltre al piccolo, ben allestito museo.

Si è fatta l’ora di pranzo? A Clusone potrete trovare numerosi ristoranti dove soddisfare anche i piaceri della gola, con un buon piatto tipico della valle a base di polenta e funghi

 


Testo a cura di FIAMMA BOZZOLO, guida abilitata ConfGuide-GITEC 

Se questo racconto ti è piaciuto, CLICCA QUI per scoprire le sue varie proposte d'itinerario.

Dello stesso tema

Una passeggiata tra le campagne del basso mantovano

Alla scoperta dei piatti tipici da preservare
  • Arte e Cultura
Una passeggiata tra le campagne del basso mantovano

Itinerario romanico-gotico a Lodi

  • Arte e Cultura
Itinerario romanico-gotico a Lodi

Siti palafitticoli preistorici delle Alpi

Villaggi preistorici eccezionalmente conservati
  • Arte e Cultura
Siti palafitticoli preistorici delle Alpi

FINESTRE APERTE

Un nuovo progetto a cura dell’Associazione Tapirulan
  • Arte e Cultura
FINESTRE APERTE

Un viaggio in Bassa Valtellina tra vigneti, contrade e palazzi storici

La Valtellina che non ci si aspetta sorprende con la sua storia, le sue coltivazioni e gli eventi enogastronomici
  • Arte e Cultura
Un viaggio in Bassa Valtellina tra vigneti, contrade e palazzi storici

Tra cremonese e casalasco: dalla terra alla tavola

Un territorio disegnato dai campi coltivati, che delineano il confine tra i comuni e producono le migliori eccellenze locali.
  • Arte e Cultura
Tra cremonese e casalasco: dalla terra alla tavola

Milano, sulle orme di Leonardo

Le suggestioni pittoriche, i disegni. Macchine e grandi opere d’ingegneria idraulica. A Milano, viaggio sulle orme di Leonardo
  • Arte e Cultura
Milano, sulle orme di Leonardo

10 motivi per visitare Pavia

Il Duomo, i musei, l’orto botanico, l’università. I borghi dell’Oltrepò. Ecco 10 buoni motivi per visitare Pavia
  • Arte e Cultura
10 motivi per visitare Pavia

Brebbia e Museo della Pipa

In provincia di Varese, bagnato dal lago Maggiore, ben protetto da una cornice collinare invisa al vento e a repentine intemperie
  • Arte e Cultura
Chiesa dei SS. Pietro e Paolo e il Museo della Pipa

Castelli Bergamo

Bergamo vide in passato il proliferare di fortificazioni. Molti, oggi, i castelli da visitare
  • Arte e Cultura
Castelli Bergamo, Lombardia da visitare

6 Luoghi panoramici in Lombardia

6 spunti per osservare la Lombardia da un altro punto di vista.
  • Arte e Cultura
Posti a un passo dal cielo, per panorami mozzafiato

Due giardini per due artisti a Gardone Riviera

Paesaggi intellettuali sul Lago di Garda
  • Arte e Cultura
Due giardini per due artisti a Gardone Riviera - Vittoriale degli Italiani

Varese in cerca d'orizzonti

Varese incanta con i suoi panorami incorniciati dalle Prealpi e scenari urbani ingentiliti da parchi e stupende ville Liberty
  • Arte e Cultura
Varese Villa Panza

Musei Brescia

Brescia: la meta ideale per chi ama l'arte. Innumerevoli le opportunità di visitare mostre e di assistere ad eventi culturali
  • Arte e Cultura
Musei Brescia, Lombardia da visitare

Un sacco di vantaggi al prezzo di un caffè

  • Arte e Cultura
 Un sacco di vantaggi al prezzo di un caffè

Castelli Cremona

Crocevia di commerci ed area di forte produzione agricola, il territorio cremonese è sempre stato presidiato da castelli
  • Arte e Cultura
Castelli Cremona, Lombardia da visitare

Alla scoperta della sponda varesina del Lago di Lugano

  • Arte e Cultura
Alla scoperta della sponda varesina del Lago di Lugano (Ph ig: @elego1935)

Cremasco e dintorni all’insegna del gusto

Un territorio dove agricoltura e tradizione culinaria si tramandano di generazione in generazione
  • Arte e Cultura
Cremasco e dintorni all’insegna del gusto

I treni turistici della Lombardia

TrenoBlu e Ferrovia Turistica Camuna
  • Arte e Cultura
TrenoBlu e Ferrovia Turistica Camuna

Teatri in Lombardia

Milano città ricca di teatri famosi anche a livello internazionale. Ma non solo: non escludete altre province come Pavia e Mantova
  • Arte e Cultura
Teatri in Lombardia, suggerimenti