• Lifestyle
    • Arte e Cultura

Alla scoperta dei più bei portici, porticati e gallerie in Lombardia

Passerelle riparate per fare shopping, bere un caffè o l’aperitivo in un bar elegante, portici e porticati sono i salotti di tanti centri storici lombardi.

 

Per scoprire la loro origine, dobbiamo risalire all’architettura greca ellenistica che ispirò prima i romani, poi i popoli europei. Facciamo insieme un giro virtuale tra alcuni dei più bei portici, porticati e gallerie di città e paesi della Lombardia: dai porticati urbani ottocenteschi, agli eleganti arcate dei palazzi rinascimentali, ai passaggi coperti medievali trasformati in mercati all’aperto… 

 

Un caffè esclusivo, sotto i portici di Piazza del Duomo a Milano
I portici di Piazza del Duomo a Milano, che delimitano la grande piazza della cattedrale, sono i più grandiosi d’Italia. Un lungo percorso dal pavimento marmoreo, dove passeggiare, ammirare eleganti vetrine, come quelle della Rinascente, fermarsi a bere un caffè o l’aperitivo in locali storici, come il Caffè Camparino. Siamo nel “salotto di Milano” dove borghesi e flâneur trascorrevano pomeriggi di ozio, oggi dedicati allo shopping. I portici di fine ‘800 sono opera dell’architetto Giuseppe Mengoni, come la Galleria Vittorio Emanuele II - che collega il Duomo alla Scala - altro magnifico esempio di architettura dei passage

 

Brescia: a spasso lungo i portici di Piazza della Loggia 
Delimitata da edifici cinquecenteschi, Piazza Loggia - nel cuore di Brescia - è circondata da portici riparati, perfetti per una passeggiata dedicata a compere e relax. Il lungo porticato rinascimentale di Piazza Loggia, a campate singole in pietra bianca di Botticino è opera dell'architetto Piero Maria Bagnadore e si sviluppa nella parte inferiore dell’edificio che incorpora la Torretta dell'orologio (1550), proseguendo lungo via Dieci Giornate e corso Zanardelli. E se vi attardate nelle spese, ci penseranno i Macc de le ure, i due automi dell’orologio meccanico di Paolo Gennari da Rezzato (1546), a battervi il tempo.

 

Il porticato rinascimentale nella piazza-salotto di Vigevano
Nel centro di Vigevano (Pavia), Piazza Ducale - gioiello dell’architettura rinascimentale (1492) - è il “regalo di compleanno” a Ludovico il Moro, nato lì nel 1452. Il grande spazio davanti alla residenza ducale del Castello Antico deve la sua bellezza a Leonardo e Bramante.  Piazza Ducale è circondata su 3 lati da portici ad arcate, sorretti da 84 colonne in serizzo con capitelli lavorati. Sul piano nobile si aprono finestre a centina, oculi sul piano superiore. I prospetti sono decorati a pittura, con motivi architettonici trompe l’oeil. Sotto i porticati, le botteghe e le locande antiche sono divenute oggi negozi e locali eleganti dove sedersi per ammirare la splendida facciata barocca del Duomo.

Indietro nel tempo, tra i portici medievali della Bassa Bergamasca
I portici medievali di Romano di Lombardia e Martinengo, estesi e ben conservati, sono forse i più belli tra quelli della Bassa Bergamasca. A Romano di Lombardia, nel centro storico, i Portici della Misericordia - voluti da Bartolomeo Colleoni insieme all’omonimo palazzo (1475) - hanno archi a tutto sesto poggiati su capitelli, massicce colonne e basi in pietra. Il loro nome deriva dalla presenza di alloggi destinati ai più poveri, proprio sopra alle 16 botteghe a piano terra (una per ogni campata). Sotto questi portici si svolgono da sempre le attività commerciali del paese, come testimonia la lastra marmorea di epoca romana adibita nel Medioevo a banco del pesce, proprio sotto il Palazzo della Ragione.

Altri porticati quattrocenteschi nel borgo medievale di Martinengo testimoniano l’attività dei negozianti. Prolungamento esterno protetto delle botteghe per esporre sulle bancarelle la merce, secondo rigide divisioni ancora visibili sulla pavimentazione, questi portici hanno goduto il loro momento di fama comparendo nel film di Ermanno Olmi L’albero degli zoccoli.

 

Sabbioneta: il porticato della Galleria degli Antichi
Nelle sale di Palazzo Giardino (1587) e nella Galleria degli Antichi di Sabbioneta (MN), il Duca Vespasiano Gonzaga Colonna conservava la sua ricca collezione archeologica. La Galleria o Corridor Grande nella piazza del Castello è un edificio lungo e stretto, in pietra a vista, costituito da un porticato pedonale lungo 97 m, con volte a crociera e 26 scenografiche arcate a tutto sesto, separate da pilastri. L’aspetto esterno ricorda un acquedotto romano e il grande fascino di questo luogo sopravvive, nonostante le collezioni di Vespasiano risiedano oggi a Mantova, nel Palazzo Ducale e nel Palazzo di S. Sebastiano.

Dello stesso tema

Ciak #inLombardia a 360°

Partecipa al bando per giovani videomaker: c'è tempo fino al 21 settembre 2021.
  • Lifestyle
Ciak #inLombardia a 360°

Mercati rionali di Milano

Se cercate qualcosa, dall'alimentare all'abbigliamento e all'antiquariato, al mercato la potete trovare!
  • Lifestyle
Mercati rionali di Milano

7 cose da fare a Natale in Lombardia

  • Lifestyle
7 cose da fare a Natale in Lombardia

10 motivi per visitare Brescia

Due cattedrali in una piazza sola. Resti romani. Il Castello. Il lago d’Iseo e quello di Garda. Dieci buoni motivi per visitare Brescia
  • Lifestyle
10 motivi per visitare Brescia

Porta Nuova

Entrate nella zona più avveniristica della città, con i suoi grattacieli vetrati e piazze rialzate
  • Lifestyle
Porta Nuova

Milano, guida ai negozi di design

Vecchi artigiani e nuovi maker, supermarket del design, spazi industriali. Guida ai negozi dello shopping di design a Milano
  • Lifestyle
Milano, guida ai negozi di design

Un tram chiamato desiderio

Vi innamorerete di questo prestante mezzo di trasporto che vi porterà in giro per tutta la città
  • Lifestyle
Un tram chiamato desiderio

Il Badalisc di Cevo…in un film

Il Badalisc della Valle Camonica diventerà protagonista di un film Walt Disney
  • Lifestyle
Il Badalisc di Cevo…in un film

10 motivi per visitare Cremona

Maestri del “saper fare”, dal violino al torrone. Cremona offre cultura e gastronomia. Ecco 10 buoni motivi per visitarla
  • Lifestyle
10 motivi per visitare Cremona

Milano: 6 quartieri di tendenza

Arte e architettura. Ma anche sport e buon cibo. Scopri con noi 6 quartieri dove Milano detta tendenza
  • Lifestyle
Milano: 6 quartieri di tendenza

Monza in un weekend

Dal Tesoro di Teodolinda all’ebbrezza dell’Autodromo. Scopri Monza in 48 ore: una città a doppia velocità. Con capolavori da record
  • Lifestyle
Monza in un weekend

Un weekend a 5 stelle in Lombardia

Centri benessere, piscine, boutique, campi da golf: serviti e riveriti per un soggiorno all'insegna del lusso
  • Lifestyle
Un weekend a 5 stelle in Lombardia

Natale 2020: iniziative ed eventi in Lombardia

Aspettando il Natale 2020 in Lombardia: dagli eventi digitali alle iniziative in città 
  • Lifestyle
Natale 2020: iniziative ed eventi in Lombardia

11 esperienze gratis in Lombardia

Palazzi, capolavori, giardini, angoli insoliti... Scopri 11 spunti per visitare gratis (o quasi) le bellezze della Lombardia
  • Lifestyle
11 esperienze gratis in Lombardia

Pavia in un weekend

Sulle tracce dei Longobardi o tra i chiostri dell’Università, senza dimenticare sapori ed etichette. Scopri Pavia in 48 ore
  • Lifestyle
Pavia in un weekend

Fare shopping a Milano

A Milano anche lo shopping è una tradizione...e un piacere
  • Lifestyle
12 The Brian&Barry Building

Sondrio in un weekend

Tradizioni millenarie, strade da scoprire a piedi o in bicicletta, sapori unici. Sondrio, la porta della Valtellina, in 48 ore
  • Lifestyle
Sondrio in un weekend

In auto in Lombardia

Suggerimenti e itinerari per conoscere la regione percorrendola in auto
  • Lifestyle
In auto in Lombardia

Tour della Darsena

Percorso storico culturale dei Navigli milanesi.
  • Lifestyle
Itinerario della Darsena

10 motivi per visitare Mantova

Capitale Italiana della Cultura 2016. Musica, cucina e letteratura. 10 buoni motivi per visitare Mantova. A piedi, in bici, in barca
  • Lifestyle
10 motivi per visitare Mantova