• Active & Green

Viaggio all'interno della miniera Bagnada

Lanzada (SO): forse non tutti sanno che questa particolare zona della Valtellina, la Valmalenco, è sempre stata caratterizzata da una grande ricchezza di risorse estrattive: amianto, talco, pietra ollare, serpentiniti. 
 

La Miniera della Bagnada, collocata in Comune di Lanzada è molto recente: fu infatti scoperta nel 1936 e rimase operativa per una cinquantina d’anni. Qui si estraeva il talco carbonato (o talco bianco), ai tempi e tuttora molto utilizzato in diversi processi industriali,  e gran parte della suggestione deriva proprio dal visitare una montagna che appare bianchissima, al cui interno sono state scavate lunghe gallerie per l’estrazione di questo minerale così importante per la vallata. 

Mentre all’esterno vediamo un tipico paesaggio alpino, entrare nella miniera consente di immergersi nel cuore bianco della montagna, dove gli aggregati lamellari tipici del talco si alternano con il marmo bianco.
Si rimane incantati dalla Bagnada: l’esplorazione di un luogo così particolare dentro una montagna apparentemente “normale” fa sentire come in un mondo magico.

La miniera si sviluppa su ben 9 livelli, di cui 4 visitabili.
Sono presenti diverse tipologie di gallerie legate all’utilizzo di coltivazione mineraria: filoni coltivati, gallerie di servizio, discenderie, camminamenti, gallerie e vuoti per la ricarica ed il deposito del materiale sterile.
Tra questi la Riservetta, il locale che serviva per la conservazione degli esplosivi e per la preparazione delle cariche, e il Camerone, spazio ora riservato ai concerti.
Sono in mostra  diverse attrezzature utilizzate ai tempi nel lavoro di miniera.

Per i più esperti ed interessati, la miniera Bagnada si colloca nella sequenza di rocce appartenenti alla “Zona Lanzada – Scermendone”; le rocce in cui è scavata la miniera sono i marmi dolomitici triassici. La coltivazione mineraria ha interessato nel tempo due diversi filoni di talco. Il giacimento di talco, suddiviso in vari livelli, è stato asportato integralmente dalla coltivazione. I vuoti lasciati dal corpo minerario, ancora accessibili, rappresentano pertanto la rete di strutture sotterranee di servizio all’attività di coltivazione. 
Le gallerie più prossime alla zona di coltivazione del corpo minerario lasciano quindi il posto a vuoti dalla forma irregolare, di dimensioni limitate e parzialmente invasi dalla ripiena di materiale sterile.

Il meraviglioso viaggio all’interno dell’ecomuseo minerario e mineralogico della Bagnada si articola in tre diversi momenti: percorso con guida nelle gallerie della miniera, il museo minerario, dove sono esposti oggetti del lavoro quotidiano e il museo mineralogico che ospita i principali minerali che possono essere rinvenuti nella Val Malenco.

Il suo recupero e la sua valorizzazione, al termine della attività di coltivazione, hanno un duplice obiettivo: da un lato riportare alla memoria delle comunità locali il passato che ha contribuito a caratterizzare l’identità della Valmalenco, in secondo luogo far conoscere al visitatore le peculiarità di questo patrimonio storico ed ambientale così particolare.
Da ricordare, prima di varcare la soglia della miniera, che il clima all’interno delle gallerie è sempre molto fresco; utile anche in estate un abbigliamento adatto.


ORARI E TARIFFE 
La miniera è aperta tutto l’anno. Gli orari sono suscettibili di variazioni stagionali.
Su richiesta si possono organizzare visite per gruppi di 10 persone minimo.
Biglietto d’ingresso per la visita alla miniera e al Museo minerario:
•    tariffa intera: € 11.00
•    tariffa ridotta: € 8.00 (ragazzi da 5 a 12 anni e adulti over 65 anni; comitive minimo 15 persone)


CONTATTI E PRENOTAZIONI
Le visite si effettuano con prenotazione obbligatoria presso:
•    Comune di Lanzada (SO): tel. +39 0342 453243
•    Consorzio Turistico Sondrio e Valmalenco: tel. +39 0342 451150
Per informazioni di carattere generale: info@minieradellabagnada.it

PUNTO INFORMAZIONI La Brace – hotel, ristorante – Forcola (SO)
www.labrace.it

CONVENZIONI Miniera della Bagnada è convenzionata con Gite in Lombardia.
Prezzo ridotto a tutti i soci in possesso delle Gite in Lombardia Card.
www.giteinlombardia.it

 
Portami qui: Viaggio all'interno della miniera Bagnada

Dello stesso tema

Oasi di Montorfano

Ecco un bosco rinato grazie al WWF: l'Oasi di Montorfano, nel Comune di Melegnano.
  • Active & Green
Oasi di Montorfano

Olimpiadi invernali 2026: le destinazioni in Lombardia

  • Active & Green
Olimpiadi invernali 2026: le destinazioni in Lombardia

B-ICE & Heritage - Scopri di più

B-ICE&Heritage - oltrepassa i confini, reinterpretando in chiave attuale i rapporti che da sempre hanno unito la Valmalenco al Grigioni italiano.
  • Active & Green
B-ICE & Heritage - Scopri di più

Tra parchi, boschi e brughiere, mini tour nella bassa comasca

  • Active & Green
Parco Appiano Gentile

Tra valli, laghi e colline: i 10 alberi più rappresentativi della Provincia di Lecco

Diverse sono le anime della Provincia di Lecco:10 alberi monumentali davvero speciali nella Provincia di Lecco.
  • Active & Green
Tra valli, laghi e colline: i 10 alberi più rappresentativi della Provincia di Lecco

Greenway dei Patriarchi

Un percorso di mobilità dolce alla scoperta di Varenna e delle sue caratteristiche frazioni, con scorci unici sul bacino del centro lago.
  • Active & Green
Greenway dei Patriarchi

Parco dei Fontanili

Parco dei Fontanili: il luogo ideale dove vivere nel verde e trascorrere il proprio tempo libero.
  • Active & Green
Parco dei Fontanili

La Valchiavenna e la Valle Spluga

Alpeggi, laghi, torrenti e una variegata rete di sentieri lungo cui camminare tra natura e borghi di montagna dove il tempo sembra essersi fermato
  • Active & Green
La Valchiavenna e la Valle Spluga

In bicicletta da Col d'Anzana alla Val Fontana

  • Active & Green
In bicicletta da Col d'Anzana alla Val Fontana

4 passi per tutti - Il giro dei 3 ponti

Chiareggio
  • Active & Green
4 passi per tutti - Il giro dei 3 ponti

In bicicletta da Tresenda a Prato Valentino

  • Active & Green
In bicicletta da Tresenda a Prato Valentino

Alta Via della Valmalenco

L'Alta Via della Valmalenco è un percorso escursionistico in quota costituito da 8 tappe per circa 110 km, che alla fine riporta al punto di partenza.
  • Active & Green
Alta Via della Valmalenco

Legnone, Pizzo Tre Signori e Valvarrone

Stretta, selvaggia e dominata dalla cima del Legnone, la Valvarrone sembra fatta su misura per chi ama la montagna più aspra
  • Active & Green
Legnone, Pizzo Tre Signori e Valvarrone

6 motivi per una gita a Segrate

Storia, attrazioni e curiosità riguardanti Segrate
  • Active & Green
6 motivi per una gita a Segrate

Fly Fishing in Lombardia

  • Active & Green
Fly Fishing in Lombardia

Mototurismo in Lombardia

Itinerari in moto, per conoscere la Lombardia con l'ebbrezza delle due ruote
  • Active & Green
Mototurismo in Lombardia

Alla scoperta dei campi di lavanda in Oltrepò Pavese

Non solo Provenza: anche in Oltrepò è possibile trovare distese di lavanda
  • Active & Green
Fattoria Cabanon Godiasco - Oltrepò Pavese (PV)

Foppe di Trezzo

Gita fuori porta nei dintorni di Trezzo d'Adda per scoprire un'oasi WWF piccola ma molto suggestiva.
  • Active & Green
Foppe di Trezzo

La tradizione rivive nella miniera di Foghera

Comune di Oneta (BG)
  • Active & Green
La tradizione rivive nella miniera di Foghera

Mini-tour della Bassa Comasca tra parchi e brughiere

  • Active & Green
 Mini-tour della Bassa Comasca tra parchi e brughiere