• Active & Green
    • Montagne
    • Arte e Cultura

La tradizione rivive nella miniera di Foghera

Oneta (BG): sul territorio comunale insistono numerose testimonianze dell’attività mineraria, tra cui la galleria denominata “FOGHERA”.
 

Grazie al Consorzio Minerario Val del Riso Val Parina costituitosi nel 2003 e con il finanziamento della Regione Lombardia, il comune di Oneta ha provveduto al ripristino e alla rifunzionalizzazione con finalità turistico di un tratto della miniera “Foghera” in comune di Oneta.

La miniera si colloca a 900 m. s.l.m. facilmente raggiungibile dalla strada comunale di Via Plazza.
Ha una lunghezza di 200 m, per la maggior parte costituita da gallerie di carreggio di dimensioni contenute. La parte finale, prima dell’uscita di sicurezza, è costituita da una stanza di escavazione, sostenuta da pilastri, di dimensione massime di 40 m x 18 m circa.

Le mineralizzazioni sono comprese nella formazione del Metallifero Bergamasco al limite stratigrafico Ladinico-Carnico. I corpi mineralizzati presentano una distribuzione secondo direzione N-S e una forma colonnare.
Alla galena e alla blenda si associano come mineralizzazioni secondarie pirite, mercasite, solfolsali di Cu, Sb e As.

La miniera è accessibile a piedi, è illuminata con appositi faretti, è stata attrezzata con alcuni macchinari: un piccolo tratto di ferrovia Decauville con vagone, un perforatore con servo sostegno, diversi attrezzi per il disgaggio e per la perforazione a percussione manuale.
Al termine della galleria è stata realizzata una scalinata di risalita per una seconda uscita che permette un facile e rapido sfollamento. Contro eventuali cadute dall’alto di detriti di piccole dimensioni sono state collocate delle reti di protezione a maglia fitta tipo maccaferri. La galleria è accessibile e adatta a tutti.
 

 

Per le sue particolari caratteristiche di facile accessibilità e per la sua integrità strutturale, essendo un’area estrattiva abbandonata alla fine degli anni Quaranta del secolo scorso, la galleria è molto rappresentativa sul piano storico e archeologico, essendo parte di un’area mineraria antica.
Infatti, nel 1890 in un cunicolo molto prossimo alla miniera “Foghera”, venne rinvenuta una moneta con l’effigie dell’imperatore Galba, successore di Nerone.  Il tratto di galleria è molto adatto alla visita di scolaresche a partire dalla scuola primaria. Il ripristino della miniera “Foghera” a fine turistico/didattico è stata fortemente voluta dall’Amministrazione comunale di Oneta per sottolineare l’importanza di mantenere le proprie radici, che hanno visto, nell’attività estrattiva durata diversi secoli, il motore per lo sviluppo socio economico dell’intera Valle.  


L’ambiente interno è molto suggestivo: procedendo a piedi si incontra un laghetto, una cavità naturale prodotta dall’erosione delle acque interessante anche dal punto di vista speleologico, e al termine del percorso una grande “sala” che potrebbe essere attrezzata con gli strumenti di lavoro del minatore cercando di creare suggestioni attraverso l’uso scenografico della luce.
Sono visibili le vene del minerale estratto, blenda e calamina, e dei fornelli di collegamento con le gallerie sottostanti.
La miniera è raggiungibile attraverso una strada carrale percorribile anche dai pullman. Un ampio parcheggio si trova a circa 200 metri, con servizi igienici e un punto di ristoro.

Per la prima domenica di ottobre a Oneta è organizzata una giornata alla scoperta della nuova miniera “Foghéra” aperta al pubblico a agosto con visita guidata.

Per l’ingresso in galleria è necessario un abbigliamento pesante.
(quota di partecipazione € 8,00). Prenotazione obbligatoria chiamando il 3473240391.

Portami qui: La tradizione rivive nella miniera di Foghera

Dello stesso tema

Alta via della Valmalenco - 6 sesta tappa

Rif. Marinelli Bombardieri (2813 m) - Bocchetta di Caspoggio (2983 m) - A. Fellaria e Rif. Bignami (2382 m)
  • Active & Green
Passaggio dalla bocchetta di Caspoggio

I 10 alberi più belli di Varese, la provincia giardino

Tra scenografici giardini storici, grandi boschi e borghi di lago, la provincia di Varese è uno scrigno di tesori arborei.
  • Active & Green
I 10 alberi più belli di Varese, la provincia giardino

Tra lago e montagne: i 10 alberi più belli della Provincia di Como

Dalle ville neoclassiche ai boschi più selvaggi, i paesaggi lariani e gli alberi che custodiscono incantano per la loro varietà.
  • Active & Green
Tra lago e montagne: i 10 alberi più belli della Provincia di Como

Ecomuseo delle Miniere di Gorno

  • Active & Green
Ecomuseo delle Miniere di Gorno

Monte San Primo e il Palanzone

Sulle cime più alte del Triangolo Lariano per ammirare un panorama a 360° su Alpi e pianura padana
  • Active & Green
Monte San Primo e il Palanzone

Cremona: una città sorprendente!

Crociere fluviali, un modo straordinario di scoprire Cremona
  • Active & Green
Cremona: una città sorprendente!

La tradizione rivive nella miniera di Foghera

Comune di Oneta (BG)
  • Active & Green
La tradizione rivive nella miniera di Foghera

Turismo sportivo Lombardia

I diversi paesaggi di quest'area della Lombardia consentono ad ogni sportivo di sperimentare diverse discipline
  • Active & Green
Turismo sportivo Lombardia, le nostre proposte

Castelveccana

Panorami mozzafiato e boschi verdeggianti contraddistinguono Castelveccana, ridente paese situato sulle rive del lago Maggiore.
  • Active & Green
Castelveccana e le sue frazioni, fra cicloturismo, storia e cultura

Galbusera Bianca

Riscoprite il sapore del vivere con lentezza immersi in una natura incontaminata, visitate l'Oasi di Galbusera Bianca.
  • Active & Green
Galbusera Bianca

Zivido

Bosco urbano sito nel comune di San Giuliano Milanese caratterizzato dalla presenza di specie vegetali tipiche della Pianura Padana.
  • Active & Green
Zivido

Alla scoperta dei campi di lavanda in Oltrepò Pavese

Non solo Provenza: anche in Oltrepò è possibile trovare distese di lavanda
  • Active & Green
Fattoria Cabanon Godiasco - Oltrepò Pavese (PV)

Gli alberi monumentali in Lombardia: 12 esemplari incredibili

Tra le ricchezze paesaggistiche e culturali della Lombardia si possono scoprire eccelsi monumenti verdi.
  • Active & Green
Gli alberi monumentali in Lombardia: 12 esemplari incredibili

Sport per tutti i gusti in Valle Camonica

C’è una Valle Camonica estiva ed una invernale. Una Valle bianca dedicata agli sport invernali, ma anche verde di prati e di boschi
  • Active & Green
Free Climbing

Po, fiume da vivere

Il fiume più lungo d'Italia ti aspetta per farti vivere momenti indimenticabili.
  • Active & Green
Gita fuori porta a Cremona lungo il Po

Running, che passione

Cremona la piana, così amata dai runner
  • Active & Green
Running, che passione

Passeggiata Teglio - San Martino - Murenken - Sant'Antonio

  • Active & Green
Passeggiata Teglio - San Martino - Murenken - Sant'Antonio

Proposte vacanza tra Sondrio & Valmalenco

Scegli la vacanza che fa per te!
  • Active & Green
Sondrio e Valmalenco

È tempo di vendemmia in Lombardia

Tra i filari dei vigneti e le cantine della Lombardia, per partecipare al rito antico della raccolta dell’uva e della sua pigiatura
  • Active & Green
È tempo di vendemmia in Lombardia 

6 motivi per una gita a Segrate

Storia, attrazioni e curiosità riguardanti Segrate
  • Active & Green
6 motivi per una gita a Segrate