• Arte e Cultura
    • Food & Wine
    • Active & Green

Alla scoperta dell'Oltrepò Mantovano

Scopriamo quali sono gli itinerari storico-artistici, i paesaggi e  le vie del gusto che offrono i comuni dell'Oltrepò Mantovano.

Appena fuori le mura di Mantova, si sviluppa una terra ricca di cultura e sapori, attraversata dal fiume Po'.  La zona è ideale per il turista che apprezza i ritmi lenti, i paesaggi aperti e tranquilli e la buona cucina mantovana.

Da visitare i piccoli e graziosi borghi cittadini, che hanno rappresentato terra d'elezione per le residenze estive di famiglie nobiliari come i Gonzaga. Le molte ville sparse sul territorio rappresentano una traccia di questo illustre passato. Molti sono anche gli edifici religiosi che meritano una visita.

Ma la vera avventura è perdersi in sella alla bicicletta, esplorando i paesaggi naturalistici dell'Oltrepò Mantovano.

-
ph ig:@luca_paolini_97

Il territorio mantovano è stato oggetto, nei secoli, di avvenimenti molto importanti, addirittura a scala europea, che ci hanno lasciato importanti testimonianze che possono essere ancora oggi visitate ed apprezzate. 

La prima è certamente la figura di Matilde di Canossa, contessa, duchessa, marchesa e vicaria imperiale, Vice Regina d’Italia. Siamo nell’intorno dell’anno 1.000, in un periodo tribolatissimo per l’intera Europa e per la stessa Italia, con guerre e scontri continui legati al braccio di ferro tra il Papato e l’Impero.

Matilde nacque forse a Mantova, terzogenita della famiglia feudale dei Canossa. Scomparsi il padre (ucciso da un sicario) e i due fratelli maggiori (avvelenati), Matilde scelse di appoggiare direttamente il papato dalle mire imperiali, pur essendo imparentata con entrambi.

Fu capace di resistere a più spedizioni imperiali che miravano a ristabilire il predominio sulla pianura padana e sull’intero papato, e a trent’anni si ritrovò sovrana incontrastata di tutte le terre che vanno da Tarquinia (oggi nel Lazio) fino al Lago di Garda e, nella sostanza, a capo di una delle più potenti dinastie europee.

 Nel 1115 Matilde muore senza eredi. L’immenso patrimonio di possedimenti terrieri viene frazionato e in parte assorbito nei possedimenti papali. Nei secoli successivi la sua salma verrà tumulata in San Pietro, una delle tre tombe di donne presenti nella basilica romana. 

Cosa resta dell’epoca di Matilde di Canossa in Provincia di Mantova? Sono passati mille anni, ma nel Comune di Sermide e Felonica, è visitabile la Pieve di Santa Maria Assunta, e a Mantova, la Rotonda di San Lorenzo.

Quattrocento anni più tardi, è l’ora dell’epopea dei Gonzaga, che governarono Mantova dal 1328 a 1707,  mantenendo un ruolo di primissimo piano nel contesto politico italiano ed europeo. Nel ‘600 addirittura una Gonzaga, Eleonora, divenne la prima imperatrice della casata.

La loro grande ed imperitura fama è anche legata al fatto di aver promosso la vita artistica e culturale al più alto livello europeo. La collezione d’arte detta la “Celeste Galeria” era celeberrima, e probabilmente mai più eguagliata da nessuna raccolta d’arte. Al massimo del suo splendore, agli inizi del ‘600, la Celeste Galeria contava circa 1.800 quadri degli artisti più prestigiosi, e 20.000 oggetti preziosi. 

Il ramo diretto dei Gonzaga di Mantova si estinse nel 1627. Da lì inizio un rapido declino delle fortune della famiglia, che culminò nel sacco di Mantova del 1630 da parte dei mercenari lanzichenecchi, che spogliarono e distrussero le collezioni d’arte e saccheggiarono tutta la città. Nel 1707, infine, si chiudono definitivamente quattro secoli di dominio dei Gonzaga, l’intero territorio passa all’Austria.

Numerosissime sono le residenze dei Gonzaga a Mantova, tutte visitabili. Palazzo Ducale, Magna Domus, Palazzo Te, Castello di San Giorgio, Palazzo San Sebastiano, e tanti altri, unitamente a diversi edifici religiosi. In Provincia di Mantova numerosissimi Comuni custodiscono importanti vestigia dei Gonzaga.

Dello stesso tema

La finestra sul fiume Po

Un angolo romantico sul Grande Fiume
  • Arte e Cultura
La finestra sul fiume Po

Sabbioneta, il Polo Museale "Vespasiano Gonzaga"

  • Arte e Cultura
Sabbioneta, il Polo Museale

Arlecchino e Brighella, servitori bergamaschi

Alle origini di due tra i più celebri personaggi della Commedia dell’Arte
  • Arte e Cultura
Arlecchino_11403_HR©Ciminaghi-PiccoloTeatroMilano

Brebbia: natura, storia e arte

Un antico centro di potere, nascosto dal tempo
  • Arte e Cultura
Brebbia: natura, storia e arte

Tra cremonese e casalasco: dalla terra alla tavola

Un territorio disegnato dai campi coltivati, che delineano il confine tra i comuni e producono le migliori eccellenze locali.
  • Arte e Cultura
Tra cremonese e casalasco: dalla terra alla tavola

Lodi, invito a corte

Scene di vita a corte nel maestoso Castello di Sant’Angelo Lodigiano che domina la pianura, forte di un passato senza eguali
  • Arte e Cultura
@inlombardia

Il tour virtuale del Santuario di Ardesio

  • Arte e Cultura
Santuario Madonna delle Grazie di Ardesio

Solferino e San Martino: la battaglia dei tre Re

4 giugno 1859 – 24 giugno 2019: 160° anniversario della battaglia di Solferino e San Martino
  • Arte e Cultura
Solferino e San Martino: la battaglia dei tre Re

Un gita a Lodi per scoprire cosa c’è dietro al latte che arriva sulle nostre tavole

  • Arte e Cultura
Un gita a Lodi per scoprire cosa c’è dietro al latte che arriva sulle nostre tavole

Cremasco e dintorni all’insegna del gusto

Un territorio dove agricoltura e tradizione culinaria si tramandano di generazione in generazione
  • Arte e Cultura
Cremasco e dintorni all’insegna del gusto

Monza e Brianza in 7 Musei

Dal Tesoro del Duomo al MEMB, sono tanti i musei dove scoprire la storia, l'arte e la cultura locali
  • Arte e Cultura
Monza musei

Festival della Fotografia Etica

Fotogiornalismo responsabile: il Festival della Fotografia Etica
  • Arte e Cultura
Festival della Fotografia Etica

Lombardia in 10 capolavori

Dal Cenacolo Vinciano alla Piazza Ducale di Vigevano, fino alla Villa Reale di Monza. 10 capolavori da non perdere in Lombardia
  • Arte e Cultura
Lombardia in 10 capolavori

La Santissima di Gussago

Immersa nel suggestivo paesaggio della Franciacorta si erge La Santissima, ex convento domenicano e icona del territorio, punto di partenza ideale per un viaggio di scoperta tra arte, cultura e natura.
  • Arte e Cultura
La Santissima di Gussago

Alla scoperta della sponda lecchese del Lago di Como

  • Arte e Cultura
Alla scoperta dei comuni della sponda lecchese del Lago di Como

Sulle tracce dei Promessi Sposi

Un insolito itinerario per rivivere luoghi, umori ed atmosfere del romanzo manzoniano simbolo dell’identità nazionale
  • Arte e Cultura
Sulle tracce dei Promessi Sposi - Lecco

A spasso con i bambini in Lombardia

Antichi castelli, parchi gioco didattici, musei interattivi. Scopri una Lombardia a misura di bambini. Prima tappa, Milano
  • Arte e Cultura
A spasso con i bambini in Lombardia

Galleria fotografica Bergamo

Un territorio tutto da scoprire e da visitare
  • Arte e Cultura
Bergamo e il suo territorio con la galleria dalla A alla Z

Castelli e Paesaggi della Bassa Lodigiana

  • Arte e Cultura
Bassa Lodigiana - Castello di Maccastorna

Alla scoperta della sponda comasca del Lago di Lugano

Porlezza, Claino con Osteno e Campione d'Italia
  • Arte e Cultura
Alla scoperta della sponda comasca del Lago di Lugano