• Itinerari

Alba d'inverno sul Corno San Colombano

Partenza/Arrivo
Da: Valdidentro (SO)
A: Valdidentro (SO)
Tipologia/Periodo
Ciaspolate
Autunno/Inverno
Durata/Lunghezza
2,30 ore
5km
Dislivello
Salita: 870m
Difficoltà
MEDIA

Meta di questo itinerario, facile, adatto a tutti, è la Chiesetta di San Colombano.

Proprio come per il Corno di cui si parla nell’articolo, che porta lo stesso nome, con l’auto si raggiunge il parcheggio dell’ex Forte Venini a 1.718 m, sopra Oga, frazione del Comune di Valdisotto (Sondrio). Inforchiamo gli sci e risaliamo la strada che si snoda nel bosco.

Dopo aver superato 5 tornanti, sulla sinistra si stacca un itinerario, spesso tracciato, che ci evita di dover raggiungere le baite di Sposina bassa. Arriviamo alle piste da sci al di sopra, ma le abbandoniamo per la traccia estiva che si stacca, a destra, all’altezza di un incrocio. Ci portiamo così alle Baite di Sposina alta e attraversando un tratto nel bosco eccoci in un’ampia radura. Ci immettiamo di nuovo sulla pista da sci che, poco dopo, possiamo abbandonare un’altra volta, risalendo lungo il bordo sinistro.

Davanti a noi, in lontananza, prende progressivamente forma e riconosciamo la sagoma della Malga di San Colombano a 2.238 m all’alpe omonima, il luogo adatto per una sosta. La piana che percorriamo poi permette a scialpinisti e ciaspolatori di tirare il fiato. In questo tratto la pendenza è minima e, tenendo le piste come riferimento, ci dirigiamo all’imbocco della valle di San Colombano.

È in questo punto, siamo a circa 2.270 metri di altitudine, che l’itinerario che stiamo descrivendo si stacca da quello seguito per raggiungere il Corno, che invece si sviluppa a sinistra. Ci facciamo allora guidare sempre dalle piste e ci dirigiamo, verso destra, al vicino impianto di risalita del dosso Le Pone, visibile sopra di noi.

Si continua ora, senza traccia obbligata, sui pendii che rimangono a sinistra degli itinerari battuti per gli sciatori. Ci allontaniamo da questi ultimi dopo aver guadagnato un centinaio di metri di quota. La Chiesetta di San Colombano rimane nascosta fino all’ultimo, ma la sella dove è situata è molto ampia. Siamo così liberi di risalire dove preferiamo i 100 metri di dislivello che ci rimangono. Il panorama si apre su Cima Piazzi e la Val Lia oltre che sulle vette della Val Viola.

-

Ph: Giacomo Meneghello

Mostra cosa c'è nelle vicinanze: