Parco Nazionale delle incisioni rupestri

Parco nazionale delle incisioni rupestri, la storia disegnata

Parco nazionale delle incisioni rupestri, la storia disegnata

Il Parco Nazionale delle incisioni rupestri è stato il primo Patrimonio dell'Umanità riconosciuto in Italia.


Quest'area protetta si trova in Provincia di Brescia e gli strordinari ritrovamenti le hanno valso nel 1958 il titolo di Parco Nazionale. 


Val Camonica, splendida cornice naturale ad un sito archeologico di valore inestimabile. I primi petroglifici riconosciuti dall'Unesco nel 1979 sono stati oltre 140mila. Ma da allora se ne sono aggiunti moltissimi altri, in località sparse su 24 comuni, e ad oggi se ne contano quasi 300mila.


Questi disegni incisi nella roccia sono stati realizzati in un arco temporale di oltre 13 mila anni. Quelli creati nell'ultima era, sono attribuiti al popolo dei Camuni e rappresentano l'uomo nei momenti più simbolici della vita: durante i riti religiosi, la lotta o la caccia.


In uno splendido ambiente boschivo ogni Comune propone dei percorsi di visita che si snodano nelle diverse aree. Si possono ammirare le rocce in autonomia grazie alla cartellonistica che segnala le informaizoni più importanti, o con delle visite guidate da personale appassionato che sa trasformare le scoperte storico-scientifiche in un racconto appassionante.


Nel centro di Capo di Ponte, l'antico edificio di Villa Agostani, ospita il Museo della Preistoria, dove sono raccolti tutti i reperti rinvenuti in decenni di esplorazioni nella zona.


Valle Camonica: beni storici e naturalistici riuniti in un'unica esperienza per riflettere su quanta strada hanno percorso gli uomini per arrivare ai giorni nostri.



trenord


Seguici sui nostri social