Fondazione Antonio Ratti

Fondazione Antonio Ratti, Musei Como

Fondazione Antonio Ratti, Musei Como Flickr_fsiddi

La Fondazione Antonio Ratti nasce nel 1985, fondata con lo scopo di divenire una realtà attiva nel mondo della cultura nelle sue diverse forme, a partire dalla passione personale di Antonio Ratti per l'arte e per i tessuti.


A partire dagli anni '50 Antonio Ratti inizia a collezionare tessuti antichi, acquistando singoli reperti, archivi di aziende ormai dismesse o collezioni intere per arricchire la sua collezione privata.


Questa passione per il tessile prosegue per ben quarant'anni e nel 1998 dà vita ad un museo destinato ad ospitare la sua preziosa collezione: più di 3.300 reperti e oltre 2.500 libri campionario conservati presso il Museo Studio del Tessuto, che si trova all'interno della FAR, a Villa Sucota, in riva allo splendido Lago di Como.


Oltre ad una location mozzafiato e oltre al MuST, la Fondazione Ratti possiede anche una fornita biblioteca specializzata nell'ambito tessile e dell'arte contemporanea, nata come strumento di studio e ricerca per il personale della Fondazione.


All'interno della biblioteca, oltre ad un consistente fondo moderno in continuo arricchimento, anche un fondo antico con volumi tutti dedicati al tessile ed alla moda.


Ad oggi la Fondazione è presieduta da Annie Ratti, succeduta al padre Antonio dopo la sua scomparsa nel 2002, per portarne avanti la volontà, promuovendo iniziative, studi, ricerche artistiche, culturali e tecnologiche sia riguardanti il tessile sia nel campo dell'arte contemporanea.


La FAR indaga il passato ma anche le tendenze attuali italiane ed estere, collaborando in alcuni casi con altre istituzioni.

Seguici sui nostri social