• Arte e Cultura
    • Lifestyle

Milano (non solo) Prima alla Scala

Tutta “colpa” di Maria Teresa. Fu la tenace regnante viennese a volere nel 1776 la costruzione di un teatro dell’opera nell’area della fatiscente Chiesa di Santa Maria della Scala, poco lontana da Piazza del Duomo. Da allora, La Scala ci incanta. Così come tutto quello di speciale che si può fare a Milano prima o dopo la prima. A partire da un frollino d’autore!

 

1. Tra stellati e pasticceri emergenti
Secondo la guida Michelin 2018 sono 20 i ristoranti stellati a Milano. La novità è il bistellato Vun di Andrea Aprea all'hotel Park Hyatt, che si è aggiudicato anche il 26° posto nei The Best Chefs Awards 2018 consegnati a Milano lo scorso 1° ottobre. Il dettaglio che forse vi era sfuggito? Il suo Club Sandwich, il miglior del mondo, almeno secondo Tyler Brûlé direttore di Monocle Magazine. Per la colazione, la guida "Pasticceri & Pasticcerie 2018" del Gambero Rosso ci segnala invece una sorpresa. Il Pasticcere emergente dell’anno? È Marcello Rapisardi, alla guida di Pasticceria & Dessert di via Bacone. Punto di forza: la panna montata, dalle meringhe a bignè. Dolce da collezione: il “frollino Milano”.

 

2. In città, sulle tracce di un “uomo dalle 25 carriere”
Un viaggio nella Milano degli Anni Venti e Trenta? Basta seguire le tracce di Piero Portaluppi, uno dei grandi architetti della Milano Moderna. Da Villa Necchi Campiglio, scelta da Luca Guadagnino per girare “Io sono l’amore” con Tilda Swinton, al Planetario Hoepli. Per visitarli suggeriamo di affidarsi alle visite guidate organizzate dalla Fondazione Portaluppi. Itinerario consigliato? Quello dedicato alle residenze per la borghesia nel quartiere di Porta Venezia. Si parte dalla Casa museo Boschi - Di Stefano si arriva Palazzo Carpaccio-Buonarroti-Giotto, quello con l’arco in corso Venezia.
Info

 

3. Nel caveau delle Gallerie d’Italia 
Come ogni banca che si rispetti, anche l’ex Banca Commerciale Italiana aveva un caveau dove venivano conservati oggetti e materiali di grande valore. Oggi il caveau non contiene più cassette di sicurezza ma custodisce circa 500 dipinti appartenenti alla collezione Intesa Sanpaolo, appesi su pannelli di rete scorrevoli. Per i più curiosi è possibile partecipare alle visite guidate organizzate ogni terzo giovedì del mese. Un’occasione per scoprire le opere ma anche i metodi e segreti d’archiviazione e conservazione.
Info

 

4. Al Museo alla Scala, ricordando la Callas
Era il 1° maggio del 1911 quando il mercante d’arte Giulio Sambon decise di mettere all’asta la sua collezione di oggetti legati al mondo del teatro. La somma di 450.000 lire, raccolta tra collette e donazioni, venne però misteriosamente rifiutata. Si scoprì che il miliardario americano J.P. Morgan si era offerto come acquirente. Dopo poco abbandonò la sfida. Così, due anni dopo, nelle sale del Casino Ricordi, aprì il Museo Teatrale alla Scala che raccoglie cimeli, volumi, costumi di scena del Nabucco, Anna Bolena, Lucia di Lammermoor. Il suo fiore all’occhiello? Gli abiti indossati dalla Callas negli anni ’50. Un sogno.
Info

 

5. Tra le torri del Pirelli Hangar Bicocca
Con i suoi 15.000 metri quadrati Pirelli Hangar Bicocca è tra gli spazi espositivi a sviluppo orizzontale più grandi d’Europa e ogni anno presenta importanti mostre personali di artisti italiani e internazionali. Da non perdere tra le sue “navate”, la celebre opera permanente di Anselm Kiefer, “I Sette Palazzi Celesti 2004-2015”. Sette torri titaniche e spettacolari, alte tra i 14 e i 18 metri, dal peso di 90 tonnellate ciascuna, in piombo e cemento armato. Un invito alla meditazione.
Info

 

6. In Galleria, sopra l’Ottagono
Un Osservatorio ai piani alti della Galleria Vittorio Emanuele II? Voluto da Fondazione Prada, questo luogo di indagine della fotografia, protagonista oggi più che mai dello storytelling di luoghi e persone, si trova al di sopra dell’Ottagono, la cupola di vetro e ferro realizzata tra il 1865 e il 1867 a copertura della Galleria. Degli spazi originali, l’Osservatorio conserva le strutture portanti in cemento armato e il parquet. Chi ama l’altezza apprezzerà anche la Highline Galleria, la passerella sui tetti, resa accessibile, come un moderno camminamento di ronda. Con vista su Piazza della Scala.
Info

 

7. Il Quadrilatero che racconta la moda
Lo shopping è uno dei grandi attrattori di Milano. Griffato, stiloso, appetibile già nelle vetrine. Il suo tempio è il Quadrilatero della Moda, il reticolo di strade, in pieno centro, delimitato da via Montenapoleone, via Manzoni, corso Venezia e via della Spiga, con boutique che sono di per sé opere di design. Da non perdere in via Sant’Andrea, l’elegantissimo Palazzo Morando, il museo del Costume, della moda e dell’immagine.
Info

-
Crediti fotografici foto visore Galleria Vittorio Emanuele da: style.corriere.it

Dello stesso tema

Lodi, invito a corte

Scene di vita a corte nel maestoso Castello di Sant’Angelo Lodigiano che domina la pianura, forte di un passato senza eguali
  • Arte e Cultura
Lodi, invito a corte

Sabbioneta, il Polo Museale "Vespasiano Gonzaga"

  • Arte e Cultura
Sabbioneta, il Polo Museale

Galleria fotografica Pavia

Un territorio ricco di attrazioni e di esperienze da poter vivere
  • Arte e Cultura
Pavia dalla A alla Z. Dall'arte al benessere, fino alle tradizioni enogastronomiche

Monumenti Milano

Milano è ricca di monumenti storico-artistici di altissimo valore che testimoniano la storia del capoluogo lombardo attraverso i secoli
  • Arte e Cultura
Monumenti Milano, Lombardia da visitare

La Leggenda dei Sette Fratelli

Un suggestivo racconto di otto fratelli, legati tra loro, che vivevano nel lecchese
  • Arte e Cultura
Leggende nel lecchese: i Sette Fratelli

I tesori di Vimercate

I principali monumenti di Vimercate in un emozionante viaggio attraverso i secoli
  • Arte e Cultura
I tesori di Vimercate

Da Pavia a Belgioioso

A due passi da Pavia, scopri il Castello di Belgioioso per un fuoriporta tra saloni e affreschi di grande splendore
  • Arte e Cultura
Da Pavia a Belgioioso

Ottobre in Lombardia: weekend in 5 eventi

  • Arte e Cultura
Eventi Ottobre in Lombardia

Cosa fare a Mantova

Alla scoperta delle meraviglie di Mantova e dintorni
  • Arte e Cultura
Cosa fare a Mantova

Musei Pavia

Capolavori dell'arte, tesori e tradizioni secolari nei musei di Pavia e dintorni
  • Arte e Cultura
Musei Pavia, Lombardia da visitare

Brescia in un weekend

Dalla Brixia Romana alla Festa dell'Opera. Scopri Brescia in quarantotto ore. Un viaggio nel tempo, tra cultura, passione e movida.
  • Arte e Cultura
Brescia in un weekend

Una giornata al Museo Nazionale Leonardo da Vinci

Uno dei più grandi musei tecnico-scientifici d'Europa
  • Arte e Cultura
Museo della Scienza

Milano non dimentica: la Casa della Memoria

Uno spazio pubblico dove si intrecciano attività culturali e di ricerca, occasioni di formazione e dibattito
  • Arte e Cultura
Casa della Memoria, Musei Milano

Bergamo Città Alta

Atmosfera medievale sulla sommità di una collina
  • Arte e Cultura
Bergamo Città Alta

Sondrio nel mito di Orlando

Castel Masegra è un possente edificio che da uno spuntone di roccia alto sessanta metri domina Sondrio
  • Arte e Cultura
Sondrio Castello Masegra

Milano e Lago di Como

Milano, una città dalle mille storie. E una gita fuoriporta, sul Lago di Como
  • Arte e Cultura
Milano_Como

Monumenti Lecco

Da Manzoni a Stoppani: Lecco attraverso i monumenti
  • Arte e Cultura
I monumenti a Lecco, dalle chiese all’arte

Musei Lecco

Conosciuta soprattutto per 'I Promessi Sposi' di Manzoni, Lecco è ricca anche di storia e cultura da scoprire grazie ai Musei Civici
  • Arte e Cultura
Musei a Lecco: tanti luoghi da visitare

Galleria fotografica Bergamo

Un territorio tutto da scoprire e da visitare
  • Arte e Cultura
Bergamo e il suo territorio con la galleria dalla A alla Z

Pedü

Calzature tipiche che hanno accompagnato la vita degli abitanti della Valmalenco.
  • Arte e Cultura
pedu Valmalenco (Foto dal sito http://www.alpinpedu.it/)