Castrum di Castelseprio

Castrum di Castelseprio

Castrum di Castelseprio

Le rovine medievali del Castrum di Castelseprio sono state riconosciute Patrimonio Mondiale dell'UNESCO nel 2011 nell'ambito del progetto "Italia Longobardorum – I Longobardi in Italia. I luoghi del potere (568-774 d.C.)" che include una serie di luoghi accomunati dal passaggio della civiltà longobarda nel territorio.


Il Castrum di Castelseprio in particolare fu edificato su una strada che collegava Novara a Como in cima ad un dosso protetto da una spessa cinta muraria, con torri che si intervallavano ogni 30 metri circa. Il castrum svolse le sue funzioni militari fino al XIII secolo, poi venne inevitabilmente abbandonato.


Il Castrum di Castelseprio conserva esempi significativi di architettura militare, includendo anche il complesso di Torba, Santa Maria Foris Portas e la chiesa di San Giovanni. Tutti questi edifici costituiscono importanti testimonianze del periodo Longobardo, oggetto di studio così come gli altri reperti del castrum. 


Numerosi edifici civili sono stati trovati e soprattutto diverse sepolture, di cui una, con il suo corredo longobardo, nello spessore murario della chiesa di San Giovanni, le altre lungo i fianchi della chiesa stessa.

Seguici sui nostri social