Milano, shopping nelle vie della moda

Shopping a Milano

Shopping a Milano @lauren.christy

Se il Diavolo veste Prada, sicuramente fa shopping nel quadrilatero. Di cosa stiamo parlando?


Prendete una mappa di Milano e con una matita tracciate tutta via Montenapoleone, seguendola fino a incrociare via Manzoni. Svoltate in via della Spiga e imboccate corso Venezia fino a tornare al punto di partenza. 


Ecco, quel perimetro che vedete disegnato altro non è che "Il quadrilatero della moda", un concentrato di lusso, boutique e gioiellerie di alta gamma che hanno reso questo reticolo di strade, uno degli angoli di città più ambiti e famosi al mondo.


All'interno del perimetro, altre "viuzze" tutt'altro che trascurabili per le shopaholic: via Borgospesso, via Santo Spirito, via Gesù, via Sant'Andrea, via Bagutta, tanto per citarne alcune. Tacco dodici ai piedi, shopper abbinata – e portafoglio pieno – alla mano, dunque, ci si prepara a sfilare tra le griffe.


Se non sempre è facile star dietro alla danza delle nuove aperture, dei restyling e dei cambi di location, che rendono il Quadrilatero così vivace e dinamico, si può partire dalle certezze. Come Palazzo Cartier, in via Montenapoleone 16, Damiani, al civico 10, Bulgari, al 6, Tiffany, in via della Spiga 19, e Chopard, al numero 14… perché si sa, un diamante è per sempre e qui ne brillano molti nelle vetrine.


Ma per far risaltare i gioielli ci vuole un look impeccabile: ecco che allora ci si può rifare il guardaroba da Gucci, in via Monte Napoleone 5-7, da Bottega Veneta, proprio a due passi al civico 5 o in via Sant'Andrea, da Saint Laurent, in via Gesù 4, o da Prada, in corso Venezia 3. Le scarpe si comprano da Fratelli Rossetti, in Monte Napoleone 1, da Giuseppe Zanotti, al 22, fresco di restyling, o – per chi cerca un tocco più eccentrico – da René Caovilla, in Sant'Andrea 1.


Ma tante altre sarebbero le griffe da nominare e il solo elencarle o vederle tutte concentrate in questo scampolo di città crea un turbinio che fa girar la testa. Per riprendersi, allora, si fa sosta alla storica Pasticceria Cova, dove coccolarsi con un caffè e un dolce speciale, o si pranza da Bagutta, un'istituzione, più che un semplice ristorante, che ha ospitato negli anni letterati del calibro di Gadda, Calvino, Levi e Soldati.


Il tour, quindi, prosegue alla ricerca di articoli di design per la casa, perché anche in questo settore il quadrilatero riserva alcune sorprese. A partire da Gessi, che ci attira come il canto di una sirena, nel suo showroom in via Manzoni 16. I raffinati vetri di Murano, rivisti in chiave moderna, si trovano nello Spazio Venini, in via Montenapoleone 9, mentre le collezioni luxury di Frette si ammirano nello store di via della Spiga 31.


Seguici sui nostri social