Piazza Garibaldi a Sondrio

Piazza Garibaldi a Sondrio

Piazza Garibaldi a Sondrio Franco Bissoni

Piazza Garibaldi deve il suo nome alla statua di Giuseppe Garibaldi eretta nella piazza nel 1909, in sostituzione del monumento intitolato all'imperatore Francesco I d'Austria, di cui qui si trovava un busto che era stato distrutto nel 1848.


La statua dell'eroe si erge sul suo basamento di pietra per 3,60 metri, dominando così la piazza che porta il suo nome.


Prima di questo cambiamento la piazza prendeva il nome di Piazza del Monumento e poi Piazza Francesco I, dopo la distruzione del busto dell'imperatore era stata invece rinominata in onore di re Vittorio Emanuele II.


L'area di Piazza Garibaldi iniziò ad essere urbanizzata nell'Ottocento: nel 1824 venne inaugurato il Teatro Sociale Pedretti in occasione del carnevale, commissionato all'architetto Luigi Cagnola, primo edificio importante ad affacciarsi sulla piazza.


Seguì poi l'edificazione di una struttura che venne acquistata dalla Banca d'Italia, mentre è del 1855 il progetto dell'Hotel della Posta.


Interessante il palazzo della Banca Popolare di Sondrio, con gli arredi del 1960 realizzati dal noto architetto milanese Dominioni.


Sul lato nord si chiude infine con il giardino di Palazzo Martinengo, decorato da mosaici che raffigurano personaggi della storia e dell'arte valtellinese.

Seguici sui nostri social