Giardini Reali di Monza

Giardini Reali, Giardini Monza

Giardini Reali, Giardini Monza Consorzio Villa Reale di Monza

L'edificio neoclassico della Villa Reale di Monza, fatta costruire dall'imperatrice Maria Teresa d'Austria nel 1777 come dimora estiva per il figlio Ferdinando I, non è l'unica meraviglia da ammirare quando vi si fa visita: anche i Giardini Reali di Monza sono uno spettacolo di impareggiabile bellezza.


Non solo architettura, dipinti, affreschi, sculture e arredi antichi quindi, ma uno spazio verde tutto da esplorare, scoprendone la pace e le bellezze naturali nascoste.


I Giardini Reali, così come la villa stessa, furono realizzati su progetto del Piermarini che si ispirò inizialmente alla moda francese, con i suoi disegni geometrici e regolari, e successivamente aggiungendo la volontà di collegare simbolicamente la Reggia di Monza alla città di Milano attraverso un viale a doppio filare di alberi.


L'idea era di esaltare ancor di più, grazie ai giardini, il potere e la magnificenza del principe.


I giardini della Villa Reale regalano al visitatore una vista ineguagliabile, ma rivestono anche un ruolo importante per l'aspetto ecologico e naturalistico di Monza poiché sono luogo di rifugio di molte specie animali e vegetali.


Con una superficie di circa 40 ettari, ospitano una grande varietà di alberi ultrasecolari chiamati giganti verdi; in particolare due querce monumentali risiedono qui da due secoli.


Nell'avancorte della Villa si trova invece una zona incantevole e quasi magica: è il roseto. Esso si integra bene con l'ambiente circostante, è adagiato su un terreno ondulato e, oltre a vantare un laghetto al suo interno, possiede percorsi per il pubblico che permettono di ammirarlo nel suo splendore.

Seguici sui nostri social