Abbazia di Chiaravalle

Abbazia di Chiaravalle, Chiese Milano

Abbazia di Chiaravalle, Chiese Milano

L'Abbazia di Chiaravalle è un complesso monastico cistercense fondato ufficialmente il 22 gennaio del 1135, ed ha origine dall'arrivo di un gruppo di monaci dell'Abbazia di Citeaux in Francia.


L'Abbazia di Chiaravalle costituisce uno dei primi esempi di gotico in Italia, pur con elementi romanici e tardo romanici. L'Abbazia, quando sorse, divenne presto un polo sociale attorno al quale ruotava la vita del villaggio.


Al complesso si accede da una porta realizzata in una torre cinquecentesca in cotto e marmo, alta 9 metri, sul cui fianco sorge il piccolo oratorio.


L'interno, ampio e luminoso nella sua imponente severità, è a tre navate, divise da otto grandi pilastri a fascio, circondati da una muratura cilindrica.


Sulla facciata a capanna si apre il portale duecentesco con i battenti scolpiti a rilievo. Anche oggi l'Abbazia è per certi aspetti il cuore del borgo di Chiaravalle, in quanto parrocchia e perché intorno alla comunità dei monaci - che vivono nel monastero - ruotano diverse attività, di tipo sociale, ricreativo, oltre che spirituale.


Il complesso dell'Abbazia è costituito dalla chiesa abbaziale, con i chiostri e il monastero, la cappella di San Bernardo e il mulino.


Del chiostro duecentesco originale rimangono oggi solamente il lato settentrionale adiacente alla chiesa e due campate; sopra la porta si può vedere un affresco della Vergine in trono con Bambino onorata da Cistercensi, della prima metà del XVI secolo di Gaudenzio Ferrari.


La cappella di San Bernardo è il piccolo edificio quattrocentesco che si trova a sinistra della torre d'ingresso dell'Abbazia di Chiaravalle, normalmente chiuso al pubblico.


La torre nolare o Ciribiciaccola - da una filastrocca popolare in dialetto milanese -  sale partendo dal tiburio, a un'altezza di 9 metri, con due sezioni di forma ottagonale, per poi diventare di forma conica; da qui alla fine della croce, posta su di un mappamondo, si raggiunge l'altezza di 56,26 metri.


La torre nolare ospita la più antica campana montata a sistema ambrosiano ancora oggi azionata manualmente dai monaci cistercensi,

Il mulino, costruito insieme all'Abbazia, nel 2009 – dopo 10 anni di restauri – ha ripreso la sua attività; i lavori hanno consentito non solo il restauro delle strutture ma anche la riattivazione del sistema molitorio, con finalità sia produttive che didattiche.

Seguici sui nostri social