Palazzo Te

Palazzo Te, Monumenti Mantova

Palazzo Te, Monumenti Mantova

Palazzo Te, a Mantova, si presenta ai visitatori come un edificio a pianta quadrata con un ampio cortile interno, ispirato alla villa rustica antica e sempre dall'antichità trae il repertorio di decorazioni dell'esterno.


Anche l'atrio sul lato ovest richiama l'antichità, infatti è ispirato all'atrium della domus romana, con un ambiente rettangolare tripartito.


Palazzo Te nasce dall'incontro tra Giulio Romano e Federico II Gonzaga, avvenuto nel 1524, anno in cui l'artista giunge a Mantova.


Il marchese Federico II incarica Giulio Romano di ristrutturare le scuderie esistenti sull'Isola del Te per costruire un palazzo dedicato al tempo libero e allo svago.


Ne nascerà un progetto talmente bello che i Gonzaga utilizzeranno spesso Palazzo Te per ricevere gli ospiti illustri, come l'imperatore Carlo V.


L'itinerario di visita di Palazzo Te conduce in alcune delle numerosissime stanze dell'edificio, tutte quante riccamente arredate e decorate, con notevoli decorazioni pittoriche.


Molte camere prendono il nome dei soggetti principali rappresentati all'interno, come la spettacolare Camera del Sole e della Luna o quella di Ovidio e delle Metamorfosi.


L'ambiente più sontuoso del palazzo, nonché il più rappresentativo della sua funzione, è la Camera di Amore e Psiche: questa sala era dedicata ad accogliere solo gli ospiti più illustri durante i banchetti.


Il ciclo pittorico illustra 22 passi del racconto di Amore e Psiche tratto dalle Metamorfosi di Apuleio, dipinti da Giulio Romano sulla volta e nelle lunette, mentre sulle pareti sono rappresentate altri miti sul tema degli amori difficili che vedono protagonisti sia dei che uomini.


Altro ambiente stupefacente di Palazzo Te è rappresentato dalla Camera dei Giganti, in cui Giulio Romano propone una sperimentazione pittorica rimasta unica per secoli dipingendo sulla volta la scena della Caduta dei Giganti, raccontata dalle Metamorfosi di Ovidio, superando i limiti architettonici con la pittura e coinvolgendo completamente lo spettatore.



palazzo te trenord

Seguici sui nostri social