Tempio Civico dell'Incoronata

Tempio Civico dell'Incoronata, Chiese Lodi

Tempio Civico dell'Incoronata, Chiese Lodi Flickr_Terry Clinton

Nella città di Lodi, nel XV secolo, una casa di tolleranza situata nella contrada de' Lomellini - oggi via Incoronata - presentava sulla facciata un affresco dell'immagine della Madonna.


Secondo la tradizione, nel mese di settembre del 1487, durante una rissa, l'effigie della Madonna lacrimò e invitò coloro che erano presenti in quel momento ad erigere su quel luogo un tempio a lei dedicato, il Tempio dell'Incoronata, che i cittadini lodigiani costruirono con il contributo di tutte le classi sociali.


Da qui l'appellativo dato al Santuario di Tempio Civico, cioè voluto dalla cittadinanza, che risulta essere una tra le costruzioni più belle del rinascimento lombardo.


Costruito a partire dal 1488 per opera di Giovanni Battagio e concluso nel 1503 con Lorenzo Maggi, al suo esterno sono visibili due lati della base ottagonale dell'edificio, un portico di tre archi della fine del Quattrocento e la loggia che venne aggiunta nel 1882.


Nella chiesa, aperta al culto nel 1494, si accede tramite un buio corridoio partendo da un portico e arrivando nel suo interno ricco di affreschi di illustri esponenti del quattrocento, tra i quali spicca Ambrogio da Fossano detto il Bergognone.


Inoltre, dal 1515 circa e per quasi cinquant'anni, la famiglia Piazza impreziosì il tempio costituendo la prestigiosa Scuola pittorica lodigiana.


Nei sotterranei, nello spazio al di sotto della sacrestia del Tempio dell'Incoronata, si può visitare il Museo del Tesoro dell'Incoronata, dedicato all'arte sacra. Il museo è costituito da tre diverse aree dove sono presentate opere rare e uniche, ma anche oggetti legati alle funzioni religiose.

Seguici sui nostri social