Abbazia del Cerreto

Abbazzia del Cerreto, Chiese Lodi

Abbazzia del Cerreto, Chiese Lodi

Se associ alla Lombardia soltanto immagini legate alla metropoli, a nuclei industriali e a ritmi di vita frenetici, ne cogli un aspetto che, sebbene caratterizzante, è parziale.


Non ti ci vorrà molto, uscendo dal centro di Milano in direzione Sud, per trovarti in mezzo a grandi campi, pianure coltivate a riso o granturco dove gli insediamenti umani sono il più delle volte piccoli villaggi, al limite cittadine, nuclei urbani medievali, silenziosi.


Qui aleggia l'anima contadina della valle padana, pastosa, grassa, resa fertile da reticoli di rogge, umida di nebbia, vasta come la solitudine. Esplorare i suoi spazi sconfinati ti rimetterà in contatto con il fluire del tuo respiro, libero da affanni, sintonizzato su un tempo diverso, più cadenzato e lento ma, insieme, libero.


Uno dei luoghi migliori per scoprire questo volto antico e persistente della Lombardia è la discreta Abbazia del Cerreto, un incantevole cenobio fondato nell'XI secolo da Benedettini provenienti dalla casa madre di Montecassino e poi rinnovata durante la riforma cistercense.


Già ammirare la sobria e pulita facciata in cotto, di stile romanico, alleggerita dalla decorazione continua ad archetti pensili, ti rischiarerà lo sguardo col suo aspetto gentile.


Ti parrà di toccare qualcosa di solido, dotato d'una linfa pulsante, più del vetro acciaio cui sei abituato.


All'interno pezzi pregevoli d'arte sacra, come il coro ligneo tardo secentesco, t'accoglieranno in un silenzio pigro. Insieme a te stesso.




Credits: Fluidtravel


centomiglia sul garda con il vento in poppa

(Le esperienze di viaggio e i relativi contenuti, ivi comprese le immagini, sono di esclusiva proprietà di Fluidtravel; ne è vietata la riproduzione, anche solo parziale, nonché l'utilizzo se non nei limiti stabiliti da Fluidtravel)

Seguici sui nostri social