Chiese sull'Isola Comacina

Le Chiese sull'Isola Comacina, Chiese Como

Le Chiese sull'Isola Comacina, Chiese Como Daniele Marucci_Isola Comacina

L'itinerario artistico dell'Isola Comacina, in centro Lago di Como, risulta interessante per la presenza di numerosi reperti archeologici. Importante nucleo politico e religioso in età romana e altomedievale, l'isola vide sorgere sulla sua terra numerosi monumenti e chiese che si possono ancora riconoscere.


Al centro dell'isola lo scavo di Santa Maria in Portico attesta un oratorio paleocristiano.


Nella parte orientale vi è il cuore religioso dell'isola, la Basilica di Sant'Eufemia, di fondazione paleocristiana, e il Battistero di San Giovanni.


Nella parte occidentale, la costruzione romanica di San Pietro in Castello, sovrapposta a strutture più antiche, e il Complesso dei Santi Faustino e Giovita, antico convento benedettino femminile di cui rimangono ben conservate parti delle pareti e della zona absidale della chiesa.


L'Isola Comacina ricoprì una posizione politico-economica dominante fino a quando nel 1169 fu rasa al suolo nella guerra decennale fra Como e Milano e finì in uno stato di abbandono. Furono le campagne di scavo nel corso del 1900 a riportare alla luce questo palinsesto archeologico di eccezionale interesse. Ora le rovine e i monumenti romani e medievali, insieme ai molteplici reperti recuperati durante le campagne di scavo, sono valorizzati dall'area archeologica sull'isola e dal Museo Antiquarium di Ossuccio.

Seguici sui nostri social