Basilica di San Fedele

Basilica di San Fedele, Chiese Como

Basilica di San Fedele, Chiese Como

La Basilica di San Fedele in Como si trova nel centro della città ed è dedicata a San Fedele martire. Deriva da una precedente chiesa paleocristiana risalente al VI secolo dedicata a Santa Eufemia.


Importante opera del romanico lombardo è il coro, ispirato alla Cappella Palatina di Aquisgrana, con un'importante decorazione scultorea dei Magistri Cumacini con figure zoomorfe, mostri, grifoni.


Di sviluppo romanico è l'originale impianto a tre navate irregolari innestate su un impianto centrale, pure irregolare per la minor dimensione dell'abside principale rispetto alle due del transetto, percorse da ambulacri coperti dai matronei.


Posteriore è la volta a botte sulla navata centrale con ossatura ad archi-timpano. I restauri di Antonio Giussani hanno alterato la facciata (1914) e il campanile (1905). Reimpieghi di pezzi romani sono sopra il portale posteriore scolpito in età romanica e nel capitello adattato ad acquasantiera dell'ambulacro nord su leone stiloforo.


La facciata neoromanica di San Fedele, rifatta ex novo nel 1914, presenta un rosone centrale. Il campanile, edificato probabilmente con la Basilica, crollò a causa di un terremoto nel 1117. Venne ricostruito nel 1271. Inclinatosi negli anni, venne demolito nel 1905 fino ad un'altezza di 11,90 metri e ricostruito.


Il portale cuspidato databile tra i secoli XI e XII, detto anche portale del drago, si trova a destra dell'abside. Il portale presenta bassorilievi medievali soggetti a diverse interpretazioni. Secondo l'ipotesi più comune è rappresentato il profeta Abacuc con i cestelli dei viveri per san Daniele; sotto Daniele in trono nella fossa dei leoni.

Seguici sui nostri social